Provincia di Modena: scuola, l’incontro con i presidi delle superiori

4

Lezioni in presenza e 54 milioni di investimenti

MODENA – Da lunedì 13 settembre iniziano le lezioni per oltre 35 mila studenti delle scuole superiori modenesi, per i quali saranno a disposizione nuovi spazi e che potranno  tornare in aula in presenza al 100 per cento.

È quanto emerso nel corso dell’incontro che si è tenuto in Provincia, in modalità mista, ieri, mercoledì 8 settembre, con tutti i dirigenti scolastici degli istituti superiori modenesi.

Complessivamente, per i prossimi cinque anni, la Provincia disporrà per l’edilizia scolastica, di oltre 54 milioni di euro, destinati all’efficientamento energetico e la messa a norma degli edifici nonché alle manutenzioni straordinarie e alla costruzione di nuove scuole.

Nel corso dell’incontro è stato sottolineato anche che per i trasporti, l’attuale capienza prevista dell’80 per cento consente di avviare l’anno scolastico con un turno unico e che resta l’impegno della Provincia a evitare i doppi turni, sperimentati a fine aprile per tre giorni con criticità emerse da parte delle scuole, degli studenti e delle famiglie.

Inoltre con la convenzione per l’autonomia tra Provincia e istituti, è stata delegata alle scuole la manutenzione ordinaria, con una prima quota di risorse, pari a oltre mezzo milione di euro, liquidata alle scuole lo scorso maggio.

Con l’avvio dell’anno scolastico, saranno messe a disposizione 50 nuove aule e laboratori che diventeranno 70 entro dicembre, allo scopo di garantire più spazi e servizi adeguati alle esigenze degli studenti che nel modenese sono in costante aumento. Questo è stato possibile anche grazie alla realizzazione dell’ampliamento dell’istituto Selmi di Modena, un nuovo edificio adiacente all’istituto, all’interno del polo Leonardo Da Vinci e a quello del Levi  Paradisi di Vignola che sarà inaugurato in occasione dell’avvio dell’anno scolastico.