Provincia, Comuni, Università: parte il network Europa

31

La Provincia di Parma investe nella creazione di un Ufficio Europa intercomunale coordinato dall’Ufficio Europa della Provincia

PARMA – “Il nostro obiettivo è molto concreto: fare arrivare nel Parmense i fondi Ue e per questo fin dall’inizio del nostro mandato amministrativo abbiamo avviato un percorso articolato per supportare i Comuni nell’accesso ai finanziamenti dell’Unione, dando nuovo impulso all’impegno della Provincia in questa direzione – spiega Ferdinando De Maria, Delegato provinciale al Coordinamento Progetti europei – Abbiamo già lavorato in varie direzioni: dalla formazione dei dipendenti dei Comuni nel 2019 all’adesione a reti nazionali con il Progetto PROVINCE&COMUNI e alla partecipazione a reti internazionali come SERN ed Erasmus+, ma da aprile avremo uno strumento in più: la convenzione con l’Università di Parma, che rafforza il network con competenze preziose.”

SVILUPPO DI SINERGIE: LA CONVENZIONE CON L’UNIVERSITA’
La Provincia di Parma ha approvato e sottoscritto una convenzione con l’Università di Parma per offrire agli studenti del Master universitario in Management degli Enti Locali la possibilità di svolgere tirocini formativi presso gli uffici provinciali nelle materie e funzioni della Provincia post legge di riordino del 2014.

Il primo tirocinio formativo vedrà già nelle prossime settimane l’arrivo in Provincia di una studentessa del Master impegnata per 150 ore.

Obiettivo: la progettazione di una nuova struttura organizzativa all’interno dell’ente deputata a supportare non solo gli altri uffici provinciali, ma anche ad orientare e sostenere i Comuni del territorio nella partecipazione ai Bandi europei a gestione diretta 2021/2027.

Si tratta dei bandi attraverso cui l’Unione Europea sostiene finanziariamente lo sviluppo di progetti che contribuiscano a realizzare gli obiettivi della Commissione Europea in ambito sociale, culturale, educativo, ambientale e di sviluppo del digitale.

“La Provincia si attrezza così per sostenere le esigenze dei Comuni nella sfida per l’accesso ai finanziamenti europei, sia attraverso l’assistenza tecnico-amministrativa, sia attraverso partnership con altre realtà europee per agevolare la condivisione di esperienze pratiche, ad esempio nell’ambito di sostenibilità ambientale, edilizia scolastica e sviluppo territoriale, definendo quindi nuove linee di azione ed indirizzi, ad esempio nei settori chiave del trasporto, dell’economia verde e della pianificazione territoriale ed urbanistica – afferma il dott. Ruffini, Dirigente dell’Ufficio Europa della Provincia di Parma – Nei prossimi sette anni infatti i bandi a gestione diretta offriranno agli enti capaci di mettersi in gioco, la possibilità di lavorare in rete con altri Paesi Europei sfruttando al meglio le importanti risorse economiche messe a disposizione dalla Commissione.”

IL QUESTIONARIO
Si partirà nel mese di aprile con un primo contatto di tutti i comuni, teso a sondare il potenziale interesse rispetto alla proposta di collaborazione e a delineare una prima mappatura delle aree di interesse, attraverso un questionario che sarà proposto ai comuni direttamente dalla tirocinante.

Con i dati raccolti attraverso la compilazione del questionario ed i suggerimenti emersi nel corso dei colloqui, si elaborerà una possibile strategia per la creazione del network di operatori tecnici dei comuni interessati a collaborare con la nuova struttura provinciale, creando così un collegamento tra provincia e comuni che potrà diventare uno strumento operativo capace di cimentarsi sin da subito nella progettazione europea.

IL PROGETTO SYNERGY AUDIT – SYAT
La Provincia di Parma è già impegnata in campo europeo con il Progetto SYNERGY AUDIT – SYAT, nell’ambito del Programma Erasmus+. Nell’ambito del progetto, con i partner italiani SERN e Comune di Ravenna e altri partner europei (Svedesi, Finlandesi Greci e Ciprioti) si persegue l’obiettivo generale di migliorare le azioni di sostenibilità ambientale condotte da organizzazioni pubbliche e private in Europa per ridurre l’impatto ambientale, creando un programma di formazione sull’audit ambientale innovativo e coinvolgente, migliorando le opportunità di formazione sul lavoro, le competenze dei dipendenti pubblici e dei professionisti in materia di audit ambientale e promuovendo uno scambio di pratiche e la cooperazione tra diversi i paesi dell’UE.

IL PROGETTO PROVINCE&COMUNI
La Provincia di Parma partecipa attraverso il suo Segretario Generale Dott.ssa Rita Alfieri al progetto “Province&Comuni” che UPI-Unione Province d’Italia ha avviato a fine 2020 per accompagnare le Province in un articolato percorso di riorganizzazione a supporto dei Comuni, che comprende anche specificamente l’obiettivo dell’accesso ai fondi UE.

Foto: Palazzo Giordani, sede della Provincia di Parma