Protezione civile comunale, la Giunta approva i protocolli di intesa con sette associazioni

29

Volontari in servizio al punto vaccinazioni della Fiera

palazzo del municipio RiminiRIMINI – La Giunta comunale ha approvato i protocolli di intesa con sette associazioni di volontariato per proseguire nella proficua collaborazione che già da tempo è in atto con la Protezione Civile Comunale. Le sette associazioni inserite nella struttura – l’Associazione Nazionale Carabinieri Rimini, Fondazione corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta, Associazione Nazionale Giacche Verdi, Unità Cinofile Da Soccorso Romagna, Istituto per la famiglia, La banca del tempo, associazione Vsm Volontari soccorso in mare – sono in prima linea da un anno a questa parte al fianco dell’Amministrazione comunale nell’affrontare l’emergenza epidemiologica, un supporto indispensabile per il gruppo della protezione civile comunale in attività preziose come la distribuzione dei farmaci, delle mascherine, la consegna della spesa a domicilio, la distribuzione dei pacchi viveri e delle diverse donazioni arrivate dai privati. I protocolli d’intesa disciplinano il rapporto tra le associazioni e il Comune, definendo le attività in cui i volontari possono essere coinvolti e impegnando l’Ente a fornire strumenti, copertura assicurativa e la possibilità di usare la sede della Protezione Civile comunale in via Marecchiese.

“Anche in queste settimane i volontari continuano instancabili nelle loro attività – sottolinea l’assessore alla Protezione Civile Anna Montini – insieme alle associazioni aderenti e a quelle che, pur essendo esterne alla struttura della protezione civile (come i ragazzi del Team Bota o gli scout dell’Agesci), fanno parte di questa incredibile rete di solidarietà a sostegno della comunità. In questi giorni la Protezione Civile comunale è impegnata anche sul ‘fronte’ principale, quello delle vaccinazioni: da lunedì scorso infatti i volontari presidiano il punto vaccinale alla Fiera di Rimini, svolgendo tutte quelle azioni di supporto al personale sanitario, occupandosi cioè dell’accoglienza degli utenti, della misurazione della temperatura e via dicendo, operazioni che in questa fase prevedono il rapporto con persone anziane, molte delle quali richiedono rassicurazioni e attenzioni particolari. Anche in questo caso la protezione civile comunale ha risposto con immediatezza, andando a supportare l’Ausl Romagna in sostituzione della protezione civile regionale. Nonostante il poco preavviso e con la collaborazione del vicesindaco Gloria Lisi, nel giro di 24 ore il gruppo comunale si è organizzato e oggi può garantire la copertura del servizio in Fiera sette giorni su sette, con 2 o 3 volontari su entrambi i turni che coprono l’intera giornata. A loro va il nostro grazie, per la disponibilità, per la generosità e per la capacità di non tirarsi mai indietro”.