‘Programmi di cura e progetti di vita: dalla psichiatria di comunità alla salute mentale di comunità’

8

Il 25 e 26 novembre congresso sulla salute mentale a Ferrara

FERRARA – Ferrara ospiterà il 25 e 26 novembre prossimi due giorni di incontri, confronto e profonda riflessione sul tema della salute mentale.

La cooperativa Proges, in collaborazione con Università degli Studi di Ferrara e il Servizio Sanitario dell’Emilia Romagna, ha organizzato nei due giorni di novembre il congresso ‘Programmi di cura e progetti di vita: dalla psichiatria di comunità alla salute mentale di comunità’ che si configura come articolazione didattica del Master di 2° Livello ‘Trattamento psicosociali basati sull’evidenza e orientati al recovery nella psichiatria di comunità’. dell’Università di Ferrara, giunto alla sua V edizione (https://www.unife.it/masters/ebr).

I due giorni di congresso si svolgeranno nell’Aula Magna dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara, sede Ospedale di Cona, con la curatela dei Responsabili Scientifici Dottoressa Paola Carozza e Professore Luigi Grassi, e con l’organizzazione della cooperativa parmigiana Proges, che ha fortemente creduto nel progetto e trovato appunto nell’Università degli Studi di Ferrara e nel Servizio Sanitario dell’Emilia Romagna i due partner ideali per l’evento. Sarà l’occasione per sviscerare nella sua complessità il tema del psichiatria di comunità, nata con la chiusura degli ospedali  psichiatrici, che fa sua una visione olistica in cui «Strenghts» è un concetto che comprende molti aspetti relativi a chi sono le persone e include tratti del carattere, talenti, desideri, obiettivi e abilità.

Diversamente dalle teorie e dalle tecniche orientate al problema e focalizzate su ciò che è sbagliato/disfunzionale, l’approccio basato sui punti di forza è interessato a ciò che sta già funzionando e alle abilità che gli individui hanno.

Una occasione di confronto che si articolerà in 4 sessioni di confronto venerdì 25 e 4 sessioni parallele sabato 26, seguite da una sessione di confronto finale.

Le 4 sessioni di venerdì 25, coi rispettivi moderatori, saranno le seguenti:

– Attuare le pratiche psicosociali orientate all’evidenza e al recovery:

luci e ombre nella real life dei servizi di salute mentale

Chair – Pietro Nigro 

– La funzione delle professioni sanitarie della riabilitazione nella ripresa

della salute mentale: la “tecnica umana” e le competenze necessarie

Chair – Cesare Moro e Valentina Salvatore 

– La cooperazione sociosanitaria multiprofessionale e interservizi nel

trattamento integrato con i pazienti “difficili”

Chair – Mauro Percudani 

– L’esperienza degli utenti e dei familiari nella valutazione della qualità

dei servizi

Chair – Imara Artero 

La sessione conclusiva di sabato 26:

– Dalla psichiatria di comunità alla salute mentale di comunità: il

contributo degli operatori nelle sessioni parallele

Chair – Antonella Mastrocola e Emi Bondi

a cura di Nadia Magnani, Roberta Famulari, Giuseppe Cardamone, Tiziana

Grilli e Sonia Biavati 

L’evento accreditato ECM è rivolto a un massimo di 300 operatori del settore, in particolare per le seguenti professioni e discipline:

  • TeRP Tecnico delle Riabilitazione Psichiatrica, Educatori Professionali,

Infermieri, Psicologi

  • Medici

e rivolto anche a:

  • Assistenti Sociali, famigliari e specializzandi

Per tutte le informazioni relative all’eventuale iscrizione al Congresso è possibile consultare il sito https://proges.it/convegno-ferrara-2022/