Progetto di conciliazione vita-lavoro: l’individuazione dei soggetti gestori dei centri estivi 2021

11
palazzo del municipio RiminiRIMINI – Anche per l’estate 2021 il Comune di Rimini ha aderito al “Progetto per la conciliazione vita-lavoro”, promosso dalla Regione Emilia-Romagna e finanziato con le risorse del Fondo Sociale Europeo. Un’importante possibilità – per tutte le famiglie impegnate durante la stagione – messa a disposizione in tutti i Comuni del Distretto Rimini Nord per promuovere e sostenere l’accesso ai servizi che favoriscono la conciliazione vita-lavoro nel periodo di sospensione estiva delle attività scolastiche ed educative per bambini e ragazzi.
Il bando denominato “Avviso pubblico per l’individuazione dei soggetti gestori di centri estivi 2021” – in scadenza il 24 maggio 2021- è finalizzato all’accreditamento dei gestori per la domanda di contributo frequenza dei centri estivi. I destinatari finali sono le famiglie con bambini e i ragazzi di età compresa tra i 3 e i 13 anni, nati cioè dal 2008 al 2018.
I gestori dei centri estivi dovranno impegnarsi a rispettare tutte le indicazioni operative finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento per contrastare l’epidemia di Covid-19 previste dalla norma. Oltre a garantire i criteri minimi previsti dalle normative di settore per l’apertura e la gestione di centri estivi, come:
– accoglienza di tutti i bambini richiedenti, fino ad esaurimento dei posti disponibili, senza discriminazioni di accesso se non esclusivamente determinate dalla necessità di garantire la continuità didattica;
− accoglienza dei bambini disabili certificati ai sensi della Legge 104/1992 e ss.mm. in accordo con il Comune di residenza per garantire le appropriate modalità di intervento e di sostegno;
− disporre e rendere pubblico e accessibile alle famiglie un progetto, educativo e di organizzazione del servizio che contenga le finalità, le attività, l’organizzazione degli spazi, l’articolazione della giornata, il personale utilizzato (orari e turnazione);
− garantire l’erogazione di diete speciali per le esigenze dei bambini accolti nei casi sia erogato il pasto;
− eventuali ulteriori prescrizioni sanitarie richieste dalla situazione epidemica attuale.
Oltre al rapporto educatori bambini la novità principale rispetto al bando del 2020 è la soglia ISEE per l’accesso ai contributi della Regione, che si alza a 35.000 €.
Ciascun Comune del Distretto di Rimini, completata l’istruttoria delle domande ricevute per i centri estivi che opereranno sul proprio territorio, trasmetterà gli esiti al Comune di Rimini che – come capofila del progetto – provvederà a formare l’ “Elenco distrettuale dei soggetti gestori di centri estivi ammessi al Progetto Conciliazione Vita Lavoro 2021”.
“Questo progetto – dichiara Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – come già accaduto nel 2020 ci consente di dare il via al percorso dei centri estivi nel nostro territorio. Un’attività fondamentale per andare incontro a tutte quelle famiglie che nel periodo estivo fanno fatica per gli impegni di lavoro. Un impegno che stiamo strutturando, nel pieno rispetto della sicurezza e con la collaborazione di tutti i gestori che organizzeranno i centri estivi.”

Tutte le informazioni per domande di iscrizione e richieste di contributo su centri estivi 2021 sono consultabili a questo link  http://bit.ly/Centri_Estivi2021