Presentazione del libro “Il disegno del paesaggio sonoro” di Francesco Bergamo

BIBLIOTECA MALATESTIANADomenica 10 marzo alle 16.00 appuntamento nella Sala Lignea della

CESENA – Domenica 10 marzo alle 16.00 nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana sarà ospite l’architetto e studioso Francesco Bergamo per presentare il suo libro “Il disegno del paesaggio sonoro” (Mimesis Edizioni). La presentazione sarà affiancata da una sessione di ascolto, che prevede la diffusione audio di suoni di materiali inerenti ai contenuti del libro.

Nel volume, Bergamo ha indagato metodologie e pratiche trans-disciplinari per rappresentare gli aspetti sonori di paesaggi, ambienti e territori. Per descriverli utilizza strumenti provenienti dalle discipline che afferiscono ai soundscape studies (paesaggi sonori) e dai modelli di descrizione eidografica tipici delle mappe.

Il libro è suddiviso in tre capitoli. Il primo mette in evidenza le relazioni tra cultura visuale e cultura uditiva, in riferimento soprattutto al disegno e alla nozione di rappresentazione, lo stato dell’arte dei soundscape studies. Il secondo propone una classificazione degli approcci alla rappresentazione sonora, mettendo in luce alcune pratiche di sound mapping individuabili nei contesti artistici. Il terzo, infine, presenta e discute i paradossi, le questioni salienti e le potenzialità dei progetti di mappatura sonora, alla luce dei modelli e delle pratiche contemporanei del disegno e della rappresentazione.

Nato a Treviso nel 1976, Francesco Bergamo è architetto e dottore di ricerca in Scienze del Design. Le sue ricerche riguardano la storia, le teorie e i metodi del disegno e della rappresentazione nell’architettura, nel design e nelle arti, con un approccio critico orientato all’ecologia. Come membro del collettivo creativo “Imago rerum team” dell’Università Iuav di Venezia, ha lavorato a progetti di ricerca con il compositore John Luther Adams, sul Roden Crater Project di James Turrell, sulla stereotomia, sui trattati di Jean-François Niceron e sulle prospettive architettoniche dipinte. Recentemente si è occupato di mappature sonore e di rilievo e studio di prospettive architettoniche dipinte, specie nel convento di Trinità dei Monti a Roma e nelle ville venete. È docente a contratto presso il Dipartimento di Progettazione e pianificazione in ambienti complessi e per il master Iuav di 2° livello MI- Heritage. Ha curato il volume “Prospettive architettoniche dipinte nelle Ville Venete della Riviera del Brenta in provincia di Venezia” (Aracne, Roma 2016).