Premiati i vincitori del concorso di idee per lo sviluppo sostenibile rivolto alle scuole superiori

88

Primo il Leonardo Da Vinci di Casalecchio, seguito dall’Istituto Salesiano e dal Serpieri di Bologna

BOLOGNA – Sono stati premiati questa mattina durante l’evento trasmesso in diretta streaming i primi tre progetti classificati del concorso rivolto alle scuole superiori del territorio metropolitano, nato con lo scopo di sensibilizzare le nuove generazioni ai principi fondamentali dello sviluppo sostenibile attraverso l’ideazione di una campagna di comunicazione e sensibilizzazione sulle tematiche dell’Agenda Metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile.

“L’Arte respira” dell’Istituto Leonardo da Vinci di Casalecchio di Reno si è aggiudicato il primo posto, seguito da “RAR-Ragazzi nell’Arte del Riciclo” presentato dall’Istituto Salesiano di Bologna e dal “Granaio del futuro” del Serpieri di Bologna.

I premi assegnati consistono in contributi di 2.000 euro al primo classificato, 1.200 euro al secondo e 800 euro al terzo e dovranno essere reinvestiti in azioni legate alla sostenibilità.

I 15 progetti (vedi scheda allegata) presentati sono stati valutati da una Commissione sulla base di tre criteri: efficacia ed impatto del progetto realizzato in chiave comunicativa, replicabilità dell’iniziativa nell’ottica della promozione della cultura della sostenibilità e capacità di promuovere reti fra studenti al fine di promuovere comportamenti virtuosi.

I primi tre classificati:

1) “L’Arte respira” – Liceo Leonardo Da Vinci: le classi 4AU 4AE 5BU hanno realizzato dei murales sugli spazi esterni della scuola, utilizzando colori che assorbono l’anidride carbonica. Un’occasione per affrontare a 360 gradi i temi dell’Agenda 2030 promuovendo la sostenibilità ambientale. Il racconto è affidato ad un video che “si caratterizza – recita la motivazione – per la grande efficacia e forza comunicativa, per un uso appropriato del linguaggio e delle immagini nel promuovere la cultura della sostenibilità, distinguendosi per l’elevata qualità del suo contenuto, anche in relazione all’approfondimento dei temi dell’Agenda 2030. È stata colta e rappresentata in maniera suggestiva la pluridimensionalità dello sviluppo sostenibile, che non è solo legato agli aspetti ambientali, ma anche sociali. La carica espressiva di questo video lo rende capace di promuovere reti fra gli studenti”. https://youtu.be/s1T4_o_jZps

2) “RAR – Ragazzi dell’Arte del Riciclo” – Istituto Salesiano, classe 5IPS: il prodotto presentato è il video promozionale del progetto RAR e del sito web che sarà la galleria virtuale delle opere d’arte create da artisti emergenti e non, chiamati dalla scuola proprio per creare opere. Le opere potranno poi essere acquistate e il ricavato andrà all’artista e alla scuola. Selezionato dalla Commissione “per il forte impatto comunicativo e per l’appropriatezza dei contenuti. Il tema del riciclo è stato approfondito trasversalmente, riuscendo a coniugare l’espressione artistica ad aspetti economici. Anche in questo caso si ritiene che la proposta, stimoli la creazione di reti fra studenti e l’intera comunità scolastica”. https://youtu.be/OH1FdkXA3_I

3) “Il granaio del futuro” – Istituto Serpieri classi 5B 5C – ha conquistato il terzo posto con un vero e proprio spot pubblicitario a sostegno della protezione della biodiversità alimentare dell’oca di razza romagnola dal titolo “Biodiversità, il granaio del futuro”.
Scelto “per la semplicità ed immediatezza nella divulgazione del concetto di “biodiversità”. Il prodotto, coerente con gli obiettivi dell’Agenda metropolitana per lo sviluppo sostenibile, si distingue per l’originalità nella caratterizzazione dei contenuti e per l’elevato livello comunicativo”. https://youtu.be/y7n_Jj8rRL4

La Commissione in sede di valutazione, ha sottolineato la qualità dei progetti presentati apprezzando la capacità creativa di studenti e docenti, nonché la volontà e l’impegno nel portare a conclusione i lavori pur nel difficile clima della pandemia.
Sono state 43 le classi di 13 istituti superiori che hanno partecipato al concorso, promosso da Città metropolitana di Bologna in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio V – Ambito Territoriale di Bologna e rivolto agli Istituti secondari di secondo grado.

La premiazione dei primi tre progetti è stata trasmessa in diretta streaming con traduzione simultanea nella lingua dei segni sul sito www.festivalculturatecnica.it e sulle pagine Facebook di Città metropolitana e Festival della Cultura Tecnica.

La cerimonia è stata aperta dal Capo di gabinetto del sindaco della Città metropolitana Giuseppe De Biasi che ha portato i saluti di Virginio Merola impossibilitato a partecipare; hanno inoltre partecipato Giuseppe Antonio Panzardi e Carla Conti dell’Ufficio V – Ambito territoriale di Bologna, Giacomo Capuzzimati, direttore generale della Città metropolitana e presidente della Commissione, i ragazzi di Radioimmaginaria, moderati da Davide Grasso di LookUp Radio. La premiazione con lettura delle motivazioni è stata affidata a Daniele Ruscigno, consigliere metropolitano con delega alla Scuola, Laura Venturi, direttrice dell’Area Sviluppo sociale della Città metropolitana e Gilberto Dondi giornalista de ll Resto del Carlino.

“Ritengo doveroso – dichiara il sindaco metropolitano Virginio Merolache le istituzioni si impegnino in azioni di sostegno alle scuole per favorire comportamenti attivi nelle ragazze e nei ragazzi di oggi che nel 2030 potranno essere cittadini maggiormente consapevoli e attenti all’ambiente delle generazioni passate, coscienti che lo sviluppo sostenibile sia la chiave per prenderci cura del nostro territorio. Ci tengo a ringraziare, soprattutto insegnanti e studenti, indipendentemente dalla graduatoria, per il prezioso contributo e per aver portato a termine i progetti per il concorso, nonostante il periodo di emergenza sanitaria”.

Ruscigno ha concluso la mattinata tracciando un bilancio dell’edizione 2020 del Festival della Cultura Tecnica quest’anno dedicato allo sviluppo sostenibile e alla resilienza.