Categorie: Attualità Emilia RomagnaRimini

Polizia Municipale di Rimini: fermato un 39enne kazako accusato di minacce e intimidazioni nei confronti di alcune prostitute

RIMINI – E’ accusato di aver intimidito alcune prostitute, arrivando addirittura a minacciarle di morte se non avessero abbandonato la loro ‘zona’ di lavoro e di porto d’armi abusivo.

A fermare il 39enne del Kazakistan è stata martedì sera una pattuglia del Nucleo Pronto Intervento Polizia Municipale, in servizio in borghese nell’ambito dell’attività a contrasto del fenomeno della prostituzione.

Nel corso dei controlli nella zona di Torre Pedrera, gli agenti hanno identificato alcune ragazze presenti in un’area di servizio lungo la Statale 16.

Al momento dell’accertamento però sono state le stesse prostitute a chiedere l’aiuto della pattuglia, denunciando di essere oggetto di intimidazioni da parte di uno straniero.

L’uomo, secondo il racconto delle donne, le aveva minacciate di morte ordinando loro di lasciare subito l’area che stavano occupando e di non farvi più ritorno.

Lo straniero, D.R., di nazionalità Kazaka, ex poliziotto russo e pugile professionista, è già noto alle Forze di Polizia per numerosi precedenti tra cui anche numerose resistenze e violenza a pubblico ufficiale.

Giunto sul posto a forte velocità bordo di un’auto, in un primo momento ha tentato di evitare il controllo e ha cercato di celare un’arma che aveva in mano, nascondendola sotto la cintura.

L’uomo però, dopo essere stato bloccato, non ha opposto particolari resistenze ai due agenti che hanno rinvenuto e sequestrato l’arma, poi risultata una fedele riproduzione di pistola semiautomatica sprovvista di tappo rosso.

Gli agenti quindi hanno proceduto ad accompagnare lo straniero in ufficio per l’identificazione di rito e per la contestazione del porto d’armi abusivo e per le minacce e violenze sessuali perpetrate nei confronti delle ragazze, che hanno sporto regolare denuncia.

Gli operatori provvedevano inoltre a compiere le dovute indagini per riscontrare quanto denunciato dalle ragazze, acquisendo immagini di videosorveglianza.

Condividi
Pubblicato da
Roberto Di Biase

Articoli recenti

Sperimentazione VeloOk in arrivo: al via il confronto con i Quartieri per individuare dove installare i rilevatori di velocità

CESENA - VeloOk in arrivo anche sulle strade cesenati. A breve l’Amministrazione avvierà l’utilizzo sperimentale delle colonnine per la rilevazione…

5 ore passati

Alla guida di auto rubata, fermati due giovani in via Giardini a Modena

Il mezzo, sottratto domenica 16 settembre, era stato visto transitare non lontano dal luogo del furto attraverso le telecamere di…

5 ore passati

Apre i battenti “Metamorphica”, mostra di Marisa Zattini

Sabato 22 settembre, ore 17.00, la presentazione  nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana CESENA - Sabato 22 settembre alle 17.00…

5 ore passati

Caninfesta, sabato 22 settembre al Circolo La Fattoria la sfilata dei cani cittadini

BOLOGNA - Torna sabato 22 settembre, al Circolo La Fattoria in via Pirandello (Quartiere San Donato - San Vitale), Caninfesta,…

5 ore passati

Cesena aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2018 aprendo gratuitamente i suoi musei nel week end

CESENA - Anche Cesena aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2018), aprendo gratuitamente i suoi musei nelle giornate di…

5 ore passati

Ai Musei civici di Modena si gioca con “Occhio alla rosa”

Caccia al particolare sabato 22 settembre nelle Giornate europee del Patrimonio MODENA - Anche i Musei civici di Modena, a…

5 ore passati

L'Opinionista © 2008 - 2018 - Emilia Romagna News 24 supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Contatti - RSS - Archivio news - Privacy Policy - Cookie Policy

SOCIAL: Facebook - Twitter - Google Plus - Pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice