Periferico festival: programma 28-30 ottobre

33
Teatringestazione Ad occhi aperti – ph Davide Sabbatini

Dal teatro d’attore al Planetario Civico alle camminate sonore nella Sacca

MODENA – Dopo un weekend all’insegna della partecipazione con oltre 400 presenze di pubblico nei primi quattro giorni di programmazione, Periferico festival si estende al quartiere nord di Modena – la Sacca – con performance che uniscono partecipazione e relazione con il paesaggio urbano. I progetti più attesi: Teatringestazione, Mammalian Diving Reflex e il duo olandese Strijbos & Van Rijswijk.

Prosegue la programmazione di Periferico festival a cura di Collettivo Amigdala. Il festival promuove l’arte nello spazio pubblico e nei luoghi del quotidiano, con interventi che chiamano all’azione cittadine e cittadini di diverse età.

Il festival trova casa allo spazio Happen della Cooperativa Aliante aprendo le porte al centro festival, luogo di ristoro, aggregazione e informazione sugli spettacoli aperto al pubblico e che sarà anche sede di alcune performance.

L’intero quartiere, dal palazzo di R-Nord a Viale Gramsci al Villaggio Ina Casa fino al Parco XXII Aprile, sarà lo scenario nel quale i diversi artisti porteranno i loro interventi, che spaziano da concerti a performance a camminate nello spazio pubblico, all’ora del tramonto e nel buio del tardo autunno.

La compagnia Teatringestazione ci proporrà un esercizio di visione con lo spettacolo Chorea vacui (venerdì 28 ottobre, ore 19 e ore 21): ogni spettatore, munito di una cuffia, potrà assistere alla nascita di una stella evocata dal racconto di un attore al centro di una scena vuota. Lo spazio scelto per questa performance è il Planetario Civico F. Martino, luogo molto importante per la città di Modena con cui il festival ha tessuto una felice connessione.

La stessa compagnia di Teatringestazione, con il filmmaker Giuseppe Valentino, darà vita a un film live che gli spettatori potranno seguire contemporaneamente sugli schermi e on stage (sabato 29 ottobre ore 11 e ore 15.30). La performance A occhi aperti nasce all’interno del Villaggio Ina Casa della Sacca al termine di un lungo percorso di residenza nell’ambito di un progetto dedicato alle abitazioni Ina. La compagnia ha coinvolto alcuni abitanti del quartiere e attraverserà strade, angoli e snodi significativi della zona a partire dal Centro Commerciale Sacca, punto di ritrovo per il pubblico.

All’insegna dell’esplorazione del territorio e della partecipazione con i cittadini sono anche le Nightwalks with Teenagers, letteralmente “camminate notturne con gli adolescenti”, progetto rivoluzionario a cura della compagnia canadese Mammalian Diving Reflex. Si tratta di percorsi in cui un gruppo di giovani under 25 porteranno le precedenti generazioni alla scoperta delle città vista con i loro occhi (sabato 29 e domenica 30 ottobre ore 20.30). Il gruppo si è costituito apposta per l’occasione in collaborazione con il Centro Giovanile Happen e con il Gruppo Scout Modena 4 e il progetto Bottega Baleno di OvestLab. L’iniziativa fa parte del più ampio progetto Uragano che punta a dare la voce ai giovani, lasciando loro la possibilità di guidare gli adulti alla scoperta del mondo e della realtà circostante.

Tra gli eventi di maggior rilievo che Collettivo Amigdala ha scelto di portare in città c’è sicuramente la performance site-specific SIGNAL – On the other side del duo olandese Strijbos & Van Rijswijk. Ingegneri del suono e raffinati compositori ma soprattutto artisti in grado di attraversare il paesaggio con grande sensibilità, Rob Strijbos e Jeroen Van Rijswijk hanno disegnato un percorso circa 2km che attraversa più punti di snodo “al di là” del ponte, quel cavalcavia Mazzoni che nell’immaginario della città segna un passaggio tra il centro e la periferia rappresentata dal quartiere Sacca.

Un dispositivo di amplificazione multispazio sarà disposto lungo l’intero percorso dando modo alle due cantanti soprano coinvolte di apparire e scomparire con la propria voce lungo diversi tratti della camminata. Il loro canto mescolato ai suoni urbani registrati e naturali darà vita a una composizione che fa i conti con la percezione, con l’abitudine, con l’ordinarietà di un viale normalmente abitato dai rumori del traffico e delle persone. La performance si svolge in data unica domenica 30 ottobre alle ore 17.00 con partenza dal Centro Culturale Happen.

Al termine della performance sarà possibile assistere al concerto del dj e sound designer italo-ecuadoriano Ismael Condoii (Happen, ore 19.00, domenica 30 ottobre).

Tra partecipazione e site-specific si muove invece la pratica artistica di Salvo Lombardo, realizzata in un dispositivo in grado di tessere relazioni istantanee tra il pubblico per la composizione di un’assemblea partecipata. Coreografo e performer, Salvo Lombardo utilizza gli strumenti della danza e del teatro per far risaltare il valore delle relazioni tra spettatori e conferire loro parola, rendendo lo spazio scenico di Atrio un terreno di scambio a tutti gli effetti (Padiglione G124 Renzo Piano, Parco XXII Aprile, domenica 30 ottobre ore 15.30)

Segnaliamo inoltre l’incontro a cura de la rete nazionale dello Stato dei Luoghi, composta da esperti di processi di rigenerazione urbana a base culturale e community maker, che porta a Modena il format di discussione del Roadshow, pensato per divulgare un’idea precisa di rigenerazione e di fare cultura e che a Periferico si dedica alla parola chiave ASCOLTO, in collaborazione con Euphonìa e Teatro dei Venti, con la partecipazione degli studiosi Elena Biserna e Francesco Bergamo  (sabato 29 ottobre, Euphonia, ore 17.00).

Il collettivo artistico Corps Citoyen, basato tra Tunisi e Milano, porterà a Modena il laboratorio “Corpo politico” volto a valorizzare la natura di ogni corpo e il suo potere attraverso dispositivi della performance artistica; il laboratorio è accessibile a tutti i cittadini di ogni lingua ed età; non sono necessarie competenze pregresse (sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 13, Centro La Fenice).

Tutto il programma su: http://collettivoamigdala.com/portfolio-page/periferico-2022/#progetti_periferico2022

Per INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI ci si potrà rivolgere a: info@collettivoamigdala.com oppure allo 0598777673. La prenotazione è consigliata per tutti gli eventi. Maggiori informazioni sulle modalità di prenotazione e sui costi saranno disponibili sul sito http://collettivoamigdala.com/portfolio-page/periferico-2022/#progetti_periferico2022

CARTELLA FOTO disponibile al link https://drive.google.com/file/d/1apZCIRD71YZ2yfmzyqr4kdp1-cyl8ro2/view?usp=sharing

si prega di indicare il credito ove presente.

I luoghi del festival dal 28 al 30 ottobre:

Centro La Fenice – Via Canaletto Sud, 17

Centro Giovanile Happen – Strada Nazionale Canaletto Sud, 43

Padiglione G124 Renzo Piano – Parco XXII Aprile

Planetario “Francesco Martino” – Viale Jacopo Barozzi, 31

Scuola di Musica Euphonìa – Via Staffette Partigiane, 9