“Perché portare la mascherina in pubblico”

57

Lo spiega il Prof. Eaton, laureato ad honorem all’Università di Parma. Il docente era stato insignito della laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche nel 2018. Articolo pubblicato da Huffington Post

PARMA – Un articolo sull’importanza dell’utilizzo delle mascherine in pubblico, a cura di William A. Eaton, laureato ad honorem in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche all’Università di Parma nel 2018, è stato pubblicato da Huffington Post.

Il prof. Eaton, MD & PhD Bethesda, Usa, socio straniero dell’Accademia dei Lincei, e il prof. Maurizio Brunori, docente emerito di Chimica e Biochimica, Università di Roma La Sapienza, presidente emerito della Classe di Scienze FMN dell’Accademia dei Lincei, spiegano come un recente studio dimostri quanto le goccioline emesse nel parlare siano un vettore significativo del Covid-19. E l’abitudine ad utilizzare costantemente mascherine per coprire naso e bocca ha consentito ricadute enormemente più contenute in luoghi diversi del pianeta.

Secondo l’articolo, “il fatto che a Taiwan la maggioranza dei cittadini abbia usato fin dall’inizio del contagio una mascherina – fornita dal Governo- ha probabilmente contribuito, assieme a una strategia di contenimento intelligente, immediata ed efficace, a contenere il numero di morti che ad oggi sono sei. Uno straordinario risultato se si considera che a fronte di una popolazione leggermente inferiore a quella di Taiwan, nello stato di New York sono stati purtroppo registrati oltre 10.000 decessi. Una drammatica differenza che potrebbe essere a sostegno di una decisione del Governo di chiedere a tutti i cittadini di indossare sempre una mascherina, quando in pubblico.”