Per MOVISPORT una “Targa” di soddisfazione

9
Crugnola Andrea-Ometto Pietro Elia, Citroen C3 R5 #1 (FOTO M. BETTIOL)

REGGIO EMILIA – Con forza, MOVISPORT, ha disputato una Targa Florio “da grandi firme”, di nuovo facendola da grande protagonista. La terza prova del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco, in Sicilia, ha riproposto il sodalizio reggiano nei “quartieri alti” della classifica, a partire dall’ennesimo successo ottenuto tra le scuderie, segno delle notevoli performance dei suoi portacolori.

Portacolori, che a partire da Andrea Crugnola/Pietro Ometto (Citroen C3 R5) hanno corso una gara sofferta per via del maltempo facendo vedere tutti la propria forza e la propria passione, il voler portate alto il vessillo. La voglia di riconfermarsi leader di Andrea Crugnola dopo la vittoria del Ciocco e dopo anche la notevole performance offerta a Sanremo il mese scorso, ha sortito un altro risultato di rilievo, secondo assoluto, che di fatto lo ha confermato in vetta alla classifica con 4,5 punti sul secondo, il lombardo De Tommaso.

Parzialmente soddisfatta la voglia di riscatto di Giandomenico Basso (Hyundai i20 R5) reduce da due gare sofferte ed anche questa terza prova tricolore, su strade molto particolari come fondo e rese ancora più indecifrabili dal maltempo, ha finito in quarta posizione, passando i due giorni di gara soprattutto a cercare di acquisire quanto più possibile feeling con la vettura.

Le rinnovate sfide lanciate da Scattolon-Bernacchini (Skoda Fabia) hanno avuto esito favorevole, con il pilota pavese ed il copilota milanese che hanno chiuso sesti con una prestazione decisa, quella che li ha posti adesso quale terza forza nella classifica “promozione”, con ampio merito.

Voglia di riscatto anche per Michelini-Perna (VolksWagen Polo), fermati da un incidente a Sanremo e stavolta arrivati ad accarezzare la bandiera a scacchi in decima posizione assoluta, prendendo punti importanti  per l’economia della classifica “promozione”, nella quale sono ora al quarto posto.

Il neo acquisto Simone Miele (Skoda Fabia), affiancato da Eleonora Mori, ha finito la sua prima targa Florio con il sorriso, pur soffrendone l’adattamento alle strade, in 11^ posizione assoluta, mentre Rusce-Paganoni, in cerca del miglior feeling con la Hyundai i20 Rally2 hanno chiuso in 14^ posizione

Soddisfazione, al  4. Rally della Valpolicella, per Luca Hoelbling, con Federico Fiorini, su una Skoda Fabia Rally2. Al rally per loro di casa, a Sant’Anna d’Alfaedo, Verona, hanno chiuso terzi assoluti sotto la pioggia battente, risultato di pregio, che ha premiato l’approccio di Hoelbling alla gara, caratterizzato da un crescendo prestazionale al volante della Fabia, che ha portato per la prima volta sull’asfalto. L’evento, partito nella giornata di venerdì 6 maggio, ed ha disputato le prime quattro speciali sotto la pioggia. Hoelbling ha sfruttato ogni metro per cercare di prendere confidenza con la vettura boema con assetto da asfalto ed ha chiuso la prima frazione al quinto posto, molto vicino alle posizioni del podio. Nella seconda frazione, scattata ancora con la pioggia, Hoelbling ha aumentato il ritmo e, complice anche il ritiro di alcuni rivali, è riuscito a salire al terzo posto. Dopo l’assistenza, con   il meteo che sembrava in miglioramento, il pilota veronese ha optato per le gomme slick in vista del secondo passaggio sulle tre prove del sabato e la scelta sembrava pagare dato che sulla prima del loop Hoelbling ha stampato il miglior tempo, riducendo a pochi secondi il distacco dal secondo posto. Sulle ultime due speciali è sceso un vero e proprio acquazzone e in queste condizioni limite, con gomme da asciutto, Hoelbling ha dovuto tirare fuori tutta la sua esperienza per concretizzare il terzo posto finale, ottenendolo con soddisfazione sul traguardo.

GRANDI ASPETTATIVE ALLE CANARIE ED AL RALLY ADRIATICO

Paulo Gabriel Soria Sanchez e Marcelo der Ohannesian, sulla Renault Clio Rally5 della TokSport, partecipando all’omonimo trofeo francese contemplato nella serie continentale (ERC), sono in testa alla serie transalpina ed adesso sono attesi a metà maggio al Rally Islas Canarias per consolidare il primato.

Non solo: questo fine settimana è in programma anche il Rally Adriatico “tricolore”, un doppio “tricolore” sia per le vetture storiche che moderne. Partendo dalle prime, riflettori puntati su Andrea Tonelli – Roberto Debbi e la loro rossa Ford Escort RS, con la quale hanno primeggiato nelle prime due gare in Toscana (Valle del Tevere e Val d’Orcia), andando dunque alla ricerca di un nuovo risultato vibrante, quello che potrebbe far mettere loro una seria ipoteca sul titolo.

Per la gara “moderna”, due gli equipaggi in gara: i toscani Emanuele Dati – Giacomo Ciucci, con la  Skoda Fabia Rally2, in cerca di nuove sensazioni forti dopo la sfortuna sofferta all’appuntamento precedente in Val d’Orcia, una gara maiuscola sempre a ridosso del podio assoluto, ma finita in 22^ posizione causa una foratura a due prove dal termine.

Al via pure Stefano Guerra – Mauro Marchiori, con la Subaru Impreza, i quali andranno in cerca di rinverdire i fasti della vettura nipponica, storicamente performante nelle gare su strada bianca.