Pasqua e Pasquetta all’Hosteria, nel segno della tradizione e nell’aia a Polesine Parmense (PR)

POLESINE PARMENSE (PR) – Nei giorni di festa del 21 e 22 aprile 2019, all’Hosteria del Maiale dell’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), un delizioso menu per gustare le specialità del territorio. E a Pasquetta si pranza sull’aia!

Sulle rive del Grande Fiume, in quell’atmosfera tutta particolare e avvolgente, caratteristica della Bassa… si trova qui, più precisamente a Polesine Parmense (PR), l’Hosteria del Maiale, inserita nella cornice unica dell’Antica Corte Pallavicina, dove per Pasqua e Pasquetta ci si potrà abbandonare ai piaceri della buona tavola tradizionale. Menu davvero saporiti e gustosi che non vedono l’ora di sfidare i palati dei buongustai; del resto lo chef stellato Massimo Spigaroli, forte anche di un bravo staff, sa bene il fatto suo nel stimolare l’appetito.

Il pranzo di domenica 21 aprile inizia alle 12.30, e non può che aprirsi sull’universo dei salumi tipici locali, rigorosamente marchio “Spigaroli”, accompagnati dalla immancabile salsa verde e dalla giardiniera di Corte. Anche i primi piatti volgono alla tradizione: anolini in brodo di terza (specialissimo, cucinato con più carni) e gli gnocchi pasqualini. Come secondo, l’anatra della tradizione e l’agnello cornigliese al forno con le patate. E per chiudere al meglio i dolci dell’Hosteria, caffè e digestivi. Il tutto annaffiato dai vini dell’Antica Corte Pallavicina. Prezzo di 58 euro a persona.

La giornata di Pasquetta offre un’occasione in più per apprezzare le specialità culinarie dell’Hosteria: il pranzo sull’aia! Per assaporare appieno le delizie del ricco menu niente di più conviviale che gustarlo all’aperto in un contesto davvero unico.

Il ritrovo è alle ore 12 presso l’Antica Corte Pallavicina da dove si potrà far visita alle sale del castello e alle storiche cantine per la stagionatura del Culatello di Zibello, il re di questa terra. A seguire, il gran pranzo a buffet sull’aia con, ovviamente, i ghiotti salumi, Culatello, coppa, strolghino, salame gentile, mariola, spalla cotta, prete, insieme a focacce e pani di campagna; e poi la minestra di grani antichi, gli gnocchi pasqualini con soffritto di pomodoro e salsiccia di Spigarolino; come secondi, dal forno di Corte, gli arrosti, le salsicce e le patate, con contorno di insalate dell’orto. E per finire i dolci caserecci: budini, crostate, crema al mascarpone, crema bruciata, colomba, vari tipi di frutta in insalata ed gelato artigianale. In abbinamento i vini dell’Antica Corte Pallavicina, acqua, caffè, e infusi di bacche. (In caso di maltempo il pranzo si svolgerà all’interno del palazzo). Prezzo di 70 euro a persona.

E’ necessaria la prenotazione allo 0524 93 65 39 oppure relais@acpallavicina.com