Parma, “Sventola la vita”. Bandierine per salvare vite

Sabato 5 ottobre 2019 alle ore 11.30 la presentazione nell’Auditorium dell’Istituto Comprensivo Verdi a Corcagnano

PARMA – Sarà presentato il prossimo sabato 5 ottobre, alle 11.30, nell’Auditorium dell’Istituto Comprensivo Verdi a Corcagnano, il progetto “Sventola la vita”. Realizzato dall’associazione Demos, di cui sono Presidente e Vicepresidente Costanza Loriga e Giovanni Demartis, i genitori di Giulia scomparsa a 15 a causa di un tragico incidente stradale, in collaborazione con l’associazione Ema Pesciolino Rosso e con il contributo del Comune di Parma.

Il progetto illustrerà alle ragazze e ai ragazzi di Corcagnano semplici regole di sicurezza stradale, per far comprendere come un semplice gesto, possa rendere la vita un po’ più sicura. L’obiettivo è quello che proprio loro, dopo l’incontro, ne diventino divulgatori e disseminatori. Questa è l’idea alla base del progetto “Sventola la vita” che nell’Auditorium dell’Istituto Comprensivo Verdi vedrà la presenza di Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e Diritti dei cittadini del Comune di Parma, di Laura Domiano, Dirigente Scolastica dell’Istituto Verdi, e di un rappresentante di Demos.

“Sventola la vita” prevede l’installazione di portabandierine, all’altezza dei passaggi pedonali che si trovano in via Langhirano, lungo tutto il tratto che percorre la frazione di Corcagnano. All’interno si troveranno le bandierine che possono (e devono) essere sventolate al momento dell’attraversamento delle strisce pedonali.

Si tratta di un gesto semplice che deve diventare parte integrante dell’educazione stradale, in modo che i pedoni diventino più visibili agli occhi degli automobilisti, molto spesso distratti e, a volte, irrispettosi dei limiti di velocità.

L’associazione Demos proporrà anche un video dedicato al progetto “Sventola la vita” che sarà proiettato nelle sale cittadine, in particolare nei cinema Astra e D’Azeglio prima delle proiezioni dei film.

Demos, in collaborazione con il Comune di Parma e i Consigli dei Cittadini Volontari, intende proseguire con il progetto e fare in modo che le bandierine possano essere posizionate tutta la città e che sventolare le bandierine possa diventare una consuetudine nei comportamenti dei pedoni. Solo sensibilizzando, informando e formando le persone sulle conseguenze che una guida scorretta può causare, si possano evitare tante tragedie.