Parma, “Sguardi e Visioni – Incontri e rassegne sul cinema contemporaneo”

Da ottobre a dicembre un ricco calendario di proposte al cinema Astra

PARMA – Saranno tante e diversificate le proposte dedicate al cinema contemporaneo che da ottobre a dicembre (e oltre) arricchiranno il palinsesto del cinema Astra: il programma “Sguardi e visioni – Incontri e rassegne sul cinema contemporaneo” nasce dal connubio della storica sala cittadina di piazzale Volta con tante associazioni culturali e sotto il coordinamento dell’Ufficio Cinema del Comune di Parma.

“La cultura cinematografica in città sta facendo passi importanti – ha esordito l’assessore alla Cultura Michele Guerra e questa ricca progettualità che presentiamo oggi ne è testimonianza: un graduale allargarsi di un discorso sul cinema veramente approfondito, fuori da ogni percorso tradizionale. Un discorso condiviso, che possa avere un valore nell’oggi, una reale importanza nella nostra vita e nella società”.

Un vero e proprio collettivo formato da professionisti dell’audiovisivo, esercenti, critici cinematografici, distributori e docenti che, sotto il nome di “24fps – Obiettivo Cinema”, presentano un programma di iniziative per Parma in vista di un anno cruciale, il 2020, per la cornice culturale della città, Capitale Italiana della Cultura.

Insieme all’associazione per il sociale del Distretto collaborativo, “24fps – Obiettivo Cinema” pensa ad un modo diverso per coinvolgere gli studenti, ma anche, come ha sottolineato Ivan De Pietri, gestore del cinema Astra “ad una formula che appassioni gli spettatori con proiezioni, rassegne, masterclass, incontri e attività. Il nostro obiettivo è far avvicinare la città alle nostre proposte”.

“Abbiamo voluto ribaltare lo sguardo – ha sottolineato Michele Zanlari, in rappresentanza di “24fps – Obiettivo Cinema” – e porre al centro di tutto lo spettatore, facendo un percorso al suo fianco verso l’incontro con un cinema indipendente, slegato dal solo profitto commerciale. Le rassegne alle quali abbiamo pensato sono destrutturate, con gruppi di lavoro dedicati che si occupino di confrontarsi, cercare nuovi contenuti e pellicole e molto altro”.

Le prime esperienze di attività in collaborazione con il cinema Astra hanno registrato un buon coinvolgimento di pubblico con le proposte dei film “Normal” (90 spettatori e coinvolgimento di associazioni lgbt e Assessorato alle Pari Opportunità), “Cafarnao” (80 studenti nell’ambito del progetto “Piccoli archivi di quartiere”), anteprima italiana de “La vita invisibile di Euridice Gusmao” (300 spettatori in arena estiva con film in originale portoghese) e anteprima a Parma di “Antropocene” durante l’Earth Strike Day (sala esaurita, con presentazione delle prossime rassegne).

Di seguito i programmi delle rassegne (alcune ancora in via di definizione).
Ogni ciclo di proiezioni sarà accompagnato da un seminario di cinema ad ingresso gratuito sui temi affrontati dalla rassegna. Tutte le proiezioni sono in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Riusciranno i nostri eroi
14 ottobre – 20 novembre

Una rassegna in collaborazione con FICE Emilia Romagna che permette la riscoperta di un cinema italiano d’autore meno pubblicizzato, oltre al dialogo con i registi, anche nell’ambito di iniziative integrate alla didattica scolastica.

14 ottobre, Duccio Chiarini presenta “L’ospite”
23 ottobre, Andrea Castoldi presenta “Non si può morire ballando”
13 novembre, Pupi Avati presenta “Il signor Diavolo”
20 novembre, “Sole” di Carlo Sironi
23 ottobre (cinema Edison), “Il varco” di Federico Ferrone e Michele Manzolini (proiezione serale e matinée con le scuole superiori nel contesto dell’iniziativa “Piccoli Archivi di Quartiere”).

Insostenibile
15 -25 ottobre

Una rassegna di pensiero prima che di film, con importanti anteprime, incontri con autori e distributori, percorsi con le scuole e lezioni aperte al pubblico. Un dialogo che nasce dalla collaborazione con il festival di Torino “Cinemambiente” e si rafforza insieme a case di distribuzione indipendenti e ad un rinnovato dialogo con il pubblico.

Martedì 15 ottobre, ore 19.00, replica di “Antropocene”; ore 21.00 prima visione “The Human Element” di Matthew Testa
Lunedì 21 ottobre, ore 21.00, prima visione di “Anote’s Ark” di Matthieu Rytz
Lunedì 28 ottobre, ore 21.00, prima visione di “The Climate Limbo” di Paolo Caselli e Francesco Ferri; a seguire Milo Adami presenta “Mirabilia Urbis”.

Giovedì 24 ottobre, ore 10.00, proiezione di “Antropocene” per scuole medie insieme ad Agiscuola
Venerdì 25 ottobre, ore 10.00 e ore 15.00, proiezione di “Antropocene” per scuole superiori insieme ad Agiscuola e al Liceo Toschi

Focus: Nuovo cinema coreano
24 ottobre e 11 novembre

Oggi il cinema coreano torna ad essere il punto di riferimento per un discorso sulla contemporaneità, sia a livello artistico che produttivo: una filmografia in cui convivono il piccolo sguardo e il grande spettacolo

Giovedì 24 ottobre
ore 19.30, un’ora e mezza di lezione a ingresso libero sul cinema coreano contemporaneo.
ore 21.00, anteprima di “A Taxi Driver” di Jang Hoon

Lunedì 11 novembre
ore 19.00, “Burning” di Lee Chang-dong
ore 21.00, prima visione di “Little Forest” di Im Sun-rye

Questione di Genere
18 novembre – 16 dicembre

“Questione di Genere”, con sei anni di esperienza ed un lavoro che si allarga coinvolgendo più città dell’Emilia Romagna, tante associazioni, l’Università e l’AUSL, propone il cinema contemporaneo a tematica lgbt, un vero e proprio laboratorio di temi, autori, sguardi e linguaggi: uno dei cinema più vivi e meno conosciuti, tenuto nascosto da un sistema distributivo e bisognoso di un incontro con il pubblico che permetta il dialogo tra spettatori, associazioni, esercenti e istituzioni.

Irreale
anteprima a metà dicembre, programma completo a gennaio

Non il reale, ma il percorso che porta a riconoscerlo: “Irreale” nasce con l’intento di collaborare con tutte queste esperienze, sceglierne alcuni film attivando un dialogo tra produttori, esercenti, selezionatori e pubblico, per portare in sala un programma di opere inedite: documentari, festival e incontri per rovesciare il racconto del mondo.

Borders
ottobre – dicembre

“Borders” nasce come un progetto che accompagna un gruppo di scuole, insegnanti, classi e professionisti dell’audiovisivo in un viaggio attraverso l’utilizzo del mezzo cinematografico con lezioni, proiezioni, incontri, rassegne, laboratori e analisi linguistiche.

Cinema in carcere
ottobre 2019 – luglio 2020

Lo sviluppo di un’esperienza portata avanti per due anni e mezzo insieme al personale di polizia, le animatrici e i detenuti del carcere di Parma. Non un cineforum ma un paio di appuntamenti al mese per parlare di cinema contemporaneo d’autore e tutte le dinamiche sociali che le storie si portano dietro. Anche con prime visioni, incontri con ospiti e lezioni di approfondimento.