Parma, Packaging ecosostenibile

57

360 studenti delle superiori al Laboratorio virtuale dell’Università. Iniziativa, promossa da Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, Tecnopolo di Parma e CIPACK, Centro Interdipartimentale per il Packaging, in collaborazione con la Provincia di Parma

PARMA – Sono ben 360 gli studenti di sei scuole superiori del territorio che, insieme ai loro insegnanti, hanno partecipato martedì 15 dicembre al Laboratorio virtuale sull’Ecopackaging promosso da Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale – SCVSA, Tecnopolo di Parma e CIPACK – Centro Interdipartimentale per il Packaging dell’Università di Parma, in collaborazione con il Servizio Programmazione Rete Scolastica della Provincia di Parma.

Il Laboratorio proposto dall’Ateneo è stato l’evento più partecipato di tutto il Festival della Cultura tecnica 2020 per la provincia di Parma; viste le numerose richieste di partecipazione, sarà ripetuto in febbraio per le scuole che non hanno potuto collegarsi. Hanno aderito le scuole IPSASR “S. Solari” di Fidenza, l’Istituto di Istruzione Superiore “Zappa-Fermi” di Borgo Val di Taro e, da Parma, l’Istituto Tecnico Agrario ”F. Bocchialini”, l’Istituto Tecnico Statale per Geometri “C. Rondani”, l’Itis “Leonardo da Vinci” e l’Ipsia “Primo Levi”.

L’ottimo risultato è stato raggiunto grazie ad Antonella Cavazza, docente di Chimica analitica, insieme a Maria Daiana Grimaldi, dottoranda in Scienze Chimiche e Olimpia Pitirollo, assegnista del Progetto regionale Parma E LAB. Con il supporto organizzativo e tecnico dello staff del Tecnopolo di Parma e della Provincia, in diretta web dal loro laboratorio hanno condotto gli studenti in un percorso alla scoperta di nuove risorse per la realizzazione di materiali alternativi alla plastica, in un’ottica di economia circolare e sostenibilità. 

«Anche quest’anno si conferma l’importante ruolo nel territorio del nostro Tecnopolo – ha commentato Fabrizio Storti, Pro Rettore alla Terza Missione – che già nel 2019, con il progetto ‘Prove di innovazione’ in collaborazione con CISITA Parma, ha coinvolto 400 studenti di 11 scuole di Parma e provincia nei laboratori interattivi organizzati dai nostri Centri Interdipartimentali di Ricerca Cipack e Siteia.Parma. Le premesse per lo sviluppo della cultura tecnica sono sicuramente attività come questa, capaci di accrescere interesse e curiosità delle nuove generazioni verso gli aspetti tecnici e scientifici che ci riguardano più da vicino». 

Il laboratorio virtuale 

Il packaging ha l’importante funzione di preservare il cibo dal deperimento, ma l’utilizzo eccessivo della plastica ha portato a seri problemi ambientali. É quindi necessario trovare soluzioni alternative che rispettino l’ecosistema. Un’idea è quella di prendere spunto da quello che la natura ci offre sfruttando risorse “green” e sostenibili nell’ottica di quella che è definita Economia Circolare. Così i sottoprodotti dell’industria agroalimentare, ancora ricchi di sostanze attive, possono diventare una nuova fonte per la realizzazione di materiali innovativi. É questo quello che hanno rappresentato le ricercatrici alle ragazze e ai ragazzi di 2^, 3^, 4^ e 5^ superiore che hanno assistito agli esperimenti su come poter ottenere un packaging “attivo” ed edibile, che può avere un importante effetto nel prolungare la durabilità dei prodotti: soluzioni spray, pellicole biodegradabili, rivestimenti per il trattamento di legno e cartone. Tante le domande ricevute in diretta attraverso la messaggistica del webinar e circa 100 le risposte al sondaggio interattivo proposto durante l’evento, con circa l’80% dei rispondenti che si è detto interessato all’argomento del packaging dopo aver partecipato al laboratorio.

Il Festival della Cultura Tecnica 

Il Festival della Cultura Tecnicaè organizzato dalla Provincia di Parma nell’ambito del piano delle “Operazioni orientative per il successo formativo”, co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e gestito in qualità di ente capofila dai Servizi Educativi del Comune di Parma. Il tema condiviso dell’edizione 2020 è “Sviluppo sostenibile e Resilienza”, quest’ultima intesa come fattore chiave per il superamento dell’attuale crisi sanitaria, con un focus sui 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030. Per la provincia di Parma rimane strategica l’attenzione da dedicare alla tematica della parità di genere, in quanto l’emergenza sanitaria in corso rischia di compromettere importanti risultati fino ad oggi raggiunti, sia in termini di riduzione delle disuguaglianze che di allargamento dell’inclusione.