Parma: “L’Europa è qui”

18

Il progetto dell’Ospedale Vecchio finanziato con fondi europei premiato dalla III Edizione di Inform Communication Awards della Regione Emilia Romagna

PARMA – Premiata Parma, la riqualificazione del Complesso dell’Ospedale Vecchio nell’ambito del contest della Regione Emilia Romagna tra i progetti realizzati con i fondi europei. Un concorso con un’altissima partecipazione. 114 i progetti in gara che raccontano come “L’Europa è qui”, come le città dell’Emilia Romagna hanno impiegato i Fondi Europei. L’impatto dell’Europa nella nostra Regione raccontato direttamente dai beneficiari dei finanziamenti, attraverso una comunicazione integrata che abbia raccolto i frutti di diversi fondi, che sia stata realizzata con costi bassi e ottimizzati e abbia realizzato materiali multimediali utili anche ad impieghi futuri.
In gara 66 progetti finanziati dal Por Fesr, 33 dal Por Fse e 15 tramite Interreg che hanno promosso corsi di formazione per industrie culturali e creative, competenze artigianali nonostante il lockdown, innovazione che ha coniugato storia e nuove tecnologie, la creazione di nuovi spazi e di nuovi contenitori culturali e di promozione sociale,  il coraggio di ripartire, sostenibilità e l’impegno di tante donne e tanti uomini emiliano romagnoli che hanno portato qui l’Europa. Testimonial diretti di un’Europa che sostiene e promuove capacità, talenti e specificità territoriali.
La premiazione della terza edizione dell’Inform Communication Awards si è svolta on line, nel rispetto delle norme anticontagio, con l’intervento della vicepresidente della Regione Elly Schlein, l’assessore allo Sviluppo Economico e alla Formazione Vincenzo Colla e i direttori di Risorse, Europa e Innovazione Morena Diazzi e Francesco Raphael Frieri. L’intervento video dell’Assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra ha espresso ringraziamento e soddisfazione per il riconoscimento al valore del progetto di riqualificazione dell’Ospedale Vecchio dell’Oltretorrente di Parma. Un edificio simbolo della città, testimone pulsante della sua storia che ritroverà ruolo e funzioni grazie ad un recupero unitario reso possibile proprio dai fondi dell’Europa e da molte istituzioni che si sono unite e hanno saputo parlarsi ed interrogarsi insieme per deciderne il futuro.
“Il rinnovarsi dell’Ospedale Vecchio e delle sue relazioni con il tessuto urbano rappresenta un esempio di scambio e accoglienza che si realizza con l’importante contributo dell’Europa, ma che va proprio al cuore dell’Europa moderna.” Ha commentato l’Assessore durante la cerimonia di premiazione “Un’idea che si basa sullo scambio e sull’accoglienza, quello che deve caratterizzare l’Europa del tempo che viviamo. L’Ospedale Vecchio per secoli luogo di accoglienza di viandanti e pellegrini, luogo di cura di malati e bisognosi si sta facendo luogo di scambio, di relazioni che travalicano il contesto cittadino, accoglierà suggestioni dall’interno, ma anche da traiettorie più ampie possibili. Parte di una grande comunità europea dove l’azione locale ha un significato ed un valore che si riverbera a livello continentale”.