Omaggio a Penderecki con la Young Musicians European Orchestra il 7 settembre a Imola

31

IMOLA (BO) – Per la mini rassegna Nuovi Talenti nell’ambito della XX edizione di Emilia Romagna Festival, lunedì 7 settembre (ore 21.00) presso la Rocca Sforzesca di Imola, la Young Musicians European Orchestra si esibirà insieme ai solisti Massimo Mercelli (flauto), Emma Arizza e Andrea Tampanaro (violini), nel concerto In Loving Memory di Krzystzof Penderecki, con brani di Bach e dello stesso compositore polacco, venuto a mancare nel corso di quest’anno.

Krzysztof Penderecki, un grandissimo della musica contemporanea, che nel corso della carriera ha scritto più volte per l’Emilia Romagna Festival, ritorna in programma in questa XX edizione come ricordo della collaborazione degli anni passati. Al centro del programma infatti ci sarà proprio quella Sinfonietta creata per clarinetto ed archi nel 1994 e riscritta proprio per il flauto del Maestro Mercelli nel 2006. A pochi mesi dalla scomparsa del compositore e direttore d’orchestra polacco, dunque, Massimo Mercelli, che è anche direttore artistico dell’Emilia Romagna Festival, sceglie proprio questo brano per ricordare la figura di Penderecki, includendola nell’abbraccio di più generazioni, come dimostra l’invito alla Young Musicians European Orchestra, progetto di eccezionale valore culturale, riconosciuto e premiato a livello istituzionale.

Il programma della serata accosterà Penderecki al nome eterno di Johan Sebastian Bach, di cui verranno eseguiti il Concerto in la minore per violino e orchestra e il Concerto in re minore per due violini e orchestra. In questo caso il trait d’union tra Bach e Penderecki sarà la relazione fra strumento solista e orchestra, che con Bach assume la forma del primo violino reso architrave della dialettica e dell’ornamento su perfette strutture simmetriche, mentre con la Sinfonietta assume un colore più crepuscolare, più adatto ai caratteri del nostro tempo.

Massimo Mercelli, direttore dell’Emilia Romagna Festival, è un flautista che può vantare tra le più importanti dediche e collaborazioni con i maggiori compositori della scena contemporanea: hanno scritto per lui o ha eseguito le prime assolute di personalità del calibro di Penderecki, Gubaidulina, Glass, Bacalov, Galliano, Morricone. Alcuni di questi brani sono stati interpreti nel corso della presente edizione del Festival, in omaggio alle collaborazioni strette nel corso di questi venti anni. E come ultimo di questi ricordi, il concerto del 7 settembre, In Loving Memory di Krzysztof Penderecki, chiuderà un cerchio.

La Young Musicians European Orchestra è attiva fin dal 2008, anche se si è costituita legalmente solo il 22 dicembre 2017 in forma di Cooperativa. Il suo organico viene di volta in volta costituito dai musicisti “senior”, cioè quelli che hanno partecipato alle attività nei primi anni e che comunque hanno meno di 35 anni. L’età media degli orchestrali è di 23 anni e l‘organico varia dai 20 ai 100 elementi, a seconda del repertorio eseguito. Anche se la maggioranza dei musicisti è italiana, all’Orchestra prendono parte giovani di tutte le nazionalità, e sempre più, col tempo, nuovi talenti provenienti da paesi non europei. Nel 2019 l’Orchestra ha registrato il suo primo disco con la Passione secondo San Marco di Lorenzo Perosi e ha svolto come da tradizione la sua tournée Natalizia in Israele e Terra Santa. In pochi anni di esistenza, la Young Musicians European Orchestra si è esibita in tutto il mondo, e nel 2021 ritornerà in Cina per celebrare i 50 anni di relazioni diplomatiche tra Cina ed Italia. Molti solisti di fama hanno iniziato e sviluppato la loro attività internazionale con la YMEO, tra questi ricordiamo Uto Ughi, Kian Soltani, Jonathan Roozeman, Roman Kim, Timoty Ridout, Gabriele Strata e Francesca Dego.

In caso di maltempo verrà data comunicazione su modifiche di data/sede o cancellazione del concerto attraverso i canali ERF

Grazie al sostegno di
Fondazione Cassa di Risparmio di Imola
Clai
La BCC – Centro Cooperativo

Ingresso
Intero € 10 – Ridotto over 65 e fino a 25 anni € 7 – Gratuità fino a 10 anni

Programma
Johann Sebastian Bach
Concerto in la minore per violino e orchestra, BWV 1041
Concerto in re minore per due violini e orchestra, BWV 1043

Krysztof Penderecki
Sinfonietta per flauto e archi

Curricula artisti 

Massimo Mercelli è il flautista al mondo che vanta le più importanti dediche e collaborazioni con i maggiori compositori: hanno scritto per lui o ha eseguito le prime assolute di personalità del calibro di Penderecki, Gubaidulina, Glass, Nyman, Bacalov, Galliano, Morricone, Sollima.

Allievo dei celebri flautisti Maxence Larrieu ed André Jaunet, a diciannove anni diviene primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia, vince il “Premio Francesco Cilea”, il “Concorso Internazionale Giornate Musicali” e il “Concorso Internazionale di Stresa”.

Nel novembre 2018 è stato l’unico italiano invitato a partecipare al Festival per gli 85 anni di Krysztof Penderecki esibendosi in qualità di solista alla Filarmonica di Varsavia. In occasione del suo sessantesimo compleanno nel maggio 2019 ha eseguito al Teatro alla Scala di Milano 3 brani a lui dedicati da Penderecki, Nyman e Sollima.

 La Young Musicians European Orchestra è attiva dal 2008 in maniera informale ma si è costituita legalmente il 22 dicembre 2017 in forma di Cooperativa. Il suo organico viene di volta in volta costituito dai musicisti “senior”, cioè quelli che hanno partecipato alle nostre attività nei primi anni e che comunque hanno meno di 35 anni. L’età media degli orchestrali è di 23 anni e l‘organico varia dai 20 ai 100 elementi, a seconda del repertorio eseguito. Anche se la maggioranza dei musicisti è italiana all’Orchestra prendono parte giovani di tutte le nazionalità, e sempre più, col tempo, da paesi non europei.

 XX EMILIA ROMAGNA FESTIVAL

26 luglio – 10 settembre 2020

Nuovi Talenti

In Loving Memory di Krzysztof Penderecki

Young Musicians European Orchestra

EMMA ARIZZA violino

ANDREA TIMPANARO violino

MASSIMO MERCELLI flauto

Musiche di Bach, Penderecki

Lunedì 7 settembre – ore 21.00

Imola – Rocca Sforzesca