Oggi a Bologna conferenza di Alessandro Taverna “Improvvisazione e rapsodia: atlante musicale e filosofico seguendo Liszt”

BOLOGNA – La conferenza di Alessandro Taverna “Improvvisazione e rapsodia: atlante musicale e filosofico seguendo Liszt”, è in programma domenica 20 gennaio 2019 alle ore 17.00 presso la Biblioteca di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro 20/2, Bologna).

Alessandro Taverna (giornalista e critico musicale, collaboratore delle pagine culturali del gruppo L’Espresso, dell’edizione bolognese del Corriere della Sera e di Radio Tre, curatore di varie edizioni del Teatro Regio di Parma e del Festival Verdi, e di progetti teatrali e musicali per la Sagra Malatestiana di Rimini) ragionerà su Liszt, toccando il pensiero di Vladimir Jankélévitch (1903-1985), uno dei più originali pensatori del Novecento a cui in questi giorni la Bibliothèque nationale de France dedica un’importante mostra. Questo incontro, per la particolare attualità e importanza della riscoperta del filosofo francese e della sua lettura lisztiana è segnalato da Alliance Française di Bologna e dal Museo Ebraico di Bologna.

Scrive Jankélévitch: “Franz Liszt fa esplodere le forme musicali: la rapsodia è la liberazione delle energie passionali, l’apertura sull’infinito, il fattore che disgrega la monolitica tradizione sinfonica”, è “l’inventore e il fondatore della sensibilità moderna”, “il genio dell’improvvisazione” che ha saputo trasporre in musica un universo dove contano i silenzi e gli abissi: un mondo perfettamente congeniale al pensatore francese che si è confrontato con ogni forma di dogmatismo, radice di intolleranza, razzismo e antisemitismo.

L’evento, in occasione della mostra “Da Parigi a Bologna, in viaggio con Liszt e Rossini”, presso la Biblioteca di San Giorgio in Poggiale dal 12 dicembre 2018 al 31 gennaio 2019, è organizzato in collaborazione con la Fondazione Istituto Liszt di Bologna.

N.B. L’ingresso all’evento è libero e gratuito, fino all’esaurimento dei posti disponibili.