Nuove linee Piedibus e supporto ai Mobility Manager Scolastici tra i primi obiettivi della co-progettazione di “Cambiamo Marcia”

comune-cesenaCESENA – Nei giorni scorsi si è tenuto il primo tavolo tecnico del percorso di co-progettazione di iniziative rivolte alle scuole per favorire modalità di spostamento più rispettose dell’ambiente.

L’incontro, che fa parte del progetto di mobilità sostenibile “Cambiamo marcia”, ha visto confrontarsi fra loro i funzionari dei settori Ambiente, Scuola e Mobilità del Comune di Cesena, i rappresentanti del Comune di Cesenatico e i rappresentanti delle sette associazioni coinvolte: Associazione Culturale Genitori Scuola Dante Alighieri, associazione Il Pellicano, L’Aquilone di Iqbal, associazione Famiglie in 3d, associazione Viaterrea, associazione L’Isola che non c’è e, infine, Comitato dei Genitori della Scuola statale e dell’infanzia primaria di Sala.

Dopo aver esaminato le diverse proposte, i partecipanti hanno deciso di muoversi in due diverse direzioni: la prima è lo sviluppo del Piedibus tramite la creazione di nuove linee e l’implementazione di quelle già esistenti, come secondo obiettivo c’è l’attivazione di servizi a supporto del Mobility Manager Scolastico.

In particolare, nel miglioramento del servizio Piedibus, si punta ad affiancare scuole e famiglie per strutturare le linee già attive con tragitti funzionanti sia nell’aspetto della sicurezza che della loro visibilità, allungandoli e aumentando le fermate intermedie, per coinvolgere il maggior numero di utenti interessati. Si vogliono inoltre riattivare le linee attualmente inattive per mancanza di volontari e avviare 10 nuovi percorsi fra Cesena e Cesenatico, aumentando il numero di bambini iscritti, che lo scorso anno scolastico arrivava a 141.

Il progetto vuole anche favorire l’avvio sperimentale di qualche linea non solo in entrata, ma anche nell’orario dell’uscita da scuola: in questo caso, il compito delle associazioni sarà quello di sensibilizzare i genitori per orientarli verso questa abitudine e affiancare l’insegnante nello sviluppo delle attività educative rivolte specificamente agli alunni.

L’obiettivo alla base del tavolo tecnico rimane comunque il sostegno al Mobility Manager Scolastico, figura istituita dalla legge ma che ancora oggi fatica ad essere operativa. In questo modo, le iniziative dedicate alla mobilità sostenibile potranno strutturarsi ed entrare a far parte della gestione ordinaria di ciascun plesso scolastico.

L’obiettivo dei partecipanti al tavolo tecnico è concludere la fase progettuale entro la fine di settembre, in modo da poter sottoscrivere le convenzioni tra Comune e singole associazioni ad inizio ottobre. Già durante questo anno scolastico verranno avviate le attività previste, che dovranno svilupparsi in maniera graduale fino a giugno 2021. Il secondo incontro del tavolo tecnico è in programma per la prossima settimana.

“Siamo molto soddisfatti dell’esito del primo incontro di co-progettazione di ‘Cambiamo Marcia’ – commentano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore all’Ambiente Francesca Lucchi –. Gli obiettivi già fissati testimoniano la forte volontà da parte di scuole e associazioni di sensibilizzare i più piccoli verso il concetto di mobilità sostenibile. Se fino ad oggi l’esperienza del Piedibus è dipesa solo dal lavoro dei volontari, oggi si punta ad una regia istituzionale e ad un maggior sviluppo del servizio con l’istituzione di nuove linee. Siamo sicuri che la collaborazione tra famiglie e associazioni non potrà che arricchire il progetto tramite l’apporto di visioni ed esperienze diverse. Più sono gli attori coinvolti in questa fase e più risulta facile attuare un cambiamento culturale collettivo”.