Nuova vita per i Giardini Savelli, dal nuovo punto ristoro alla aree dedicate ad anziani, bambini e persone con disabilità

13

Assessore Christian Castorri: “Un progetto particolarmente importante che prevede da parte del gestore un investimento maggiore rispetto a quanto stabilito inizialmente”

CESENA – I giardini Savelli ben presto vivranno una nuova vita. Questa mattina la Giunta, dopo aver ottenuto un parere positivo dalla Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio, ha approvato il progetto presentato dalla società “29 anni srl Giardini Savelli”, attuale gestore dell’area adibita a chiosco bar e palco spettacoli fino alla primavera 2039. Tra i principali poli aggregativi della città che sorgono all’ombra delle antiche mura malatestiane, i giardini Savelli guardano al futuro di Cesena modificando in parte il look delle strutture e con esso l’offerta indirizzata alla cittadinanza che, tra musica, specialità gastronomiche, intrattenimento e tempo libero, rende l’area più popolate.

“Rispetto alla formulazione del progetto definitivo la società, dopo essersi confrontata con l’Amministrazione comunale – commenta l’Assessore ai Lavori pubblici Christian Castorri – ha apportato alcune variazioni all’intervento che comportano un maggiore investimento rispetto a quanto stabilito inizialmente, pur restando invariate le condizioni dettate dal Comune. Gli interventi saranno del tutto armonici e rispettosi degli spazi attuali, tra storia e natura. Nello specifico, tutti gli spazi saranno oggetto di una riorganizzazione al fine di garantire un pieno utilizzo dell’area nel corso di tutto l’anno e non unicamente in riferimento alla bella stagione. Per fare in modo che questo fazzoletto di verde pubblico venga frequentato dalla cittadinanza anche nei mesi più freddi, verrà realizzato un doppio pergolato con chiusura temporanea nei mesi invernali che varrà poi da riparo anche per la stagione estiva”.

Si tratta di un intervento particolarmente significativo dal punto di vista economico: infatti, se il Piano Economico Finanziario allegato alla concessione prevedeva, al raggiungimento del decimo anno, un primo investimento pari a 180 mila euro, alla luce del progetto approvato si evince che il costo totale dell’intervento è stimato in 471.377,49 euro, di cui 357.267,85 euro per lavori e altri 114.109,64 per iva e spese tecniche per l’intervento di ampliamento del nuovo punto di ristoro.

La nuova attività di ristorazione amplia l’offerta gastronomica già esistente nel polo e sarà costituita da una cucina, un laboratorio, una dispensa, locali adibiti a spogliatoio per il personale e altri destinati ai servizi igienici. Il progetto di riqualificazione del verde inoltre prevede una nuova sistemazione consona al progetto presentato. Gli interventi saranno principalmente su tre aree: l’attuale Giardino botanico, l’area attigua al Monumento dei caduti e la nuova zona gioco per bambini. Sono previste inoltre nuove piantumazioni e sarà conservata l’area attualmente frequentata dai più anziani alla quale verranno aggiunti nuovi arredi, come tavoli e panchine, che consentiranno una maggiore fruizione del parco da parte di tutti, bambini, famiglie e anziani.

“Oltre alla parte destinata alla ristorazione – prosegue Castorri – il progetto non trascura la sua natura inclusiva considerata la natura aggregativa di quest’area centrale di Cesena: se da un lato infatti verrà mantenuta tutta la parte abitualmente frequentata al mattino dai fruitori del parco, dall’altra il piccolo parco giochi esistente ai piedi delle mura storiche verrà ricollocato nella zona alle spalle del chiosco principale con l’aggiunta di alcune attrezzature utilizzabili dagli utenti che presentano disabilità di diverso tipo”.