Nota di Pendragon-Gallery16

6

BOLOGNA – Inaugura mercoledì 17 una nuova rassegna di incontri con gli autori di Edizioni Pendragon che saranno ospitati dal poliedrico locale di via Nazario Sauro “Gallery16”, a Bologna.

Si inizia con Pietro Gessi e il suo libro d’avventura

L’eredità segreta di Michelangelo
Romanzo
che ruota intorno alla biografia e all’opera di Michelangelo Buonarroti.
Insieme all’autore a parlare del libro ci sarà Antonio Bagnoli di Pendragon
Mercoledì 17 novembre ore 18
Gallery 14
via Nazario Sauro 16a – Bologna

Pietro Gessi è nato nel 1944. Dopo aver lavorato al CNEN (Comitato Nazionale per l’Energia Nucleare), entra nel sindacato CISL e, dopo due anni, ne diventa segretario organizzativo regionale. Nel frattempo si laurea, presso l’Università di Bologna, in Scienze politiche. Dal 1994 al 2008 è stato segretario generale regionale dell’Emilia-Romagna per la FIR (Federazione Italiana della Ricerca). Dal 2000 al 2011 è stato coordinatore nazionale per gli Enti di Ricerca (54 enti). Alla fine del mandato sindacale entra a far parte dell’unità UCFS dell’ENEA con l’incarico di direzione per lo smantellamento e il decommissioning degli impianti nucleari. Per Pendragon ha pubblicato i romanzi L’anello di Priamo (2018), Una rivincita per Ivan Bellini (2020).

Il romanzo: estate 1996. Luca Martini, affermato storico dell’arte bolognese, è solito trascorrere l’estate nel piccolo paese di Ripatransone (Marche), lo stesso che nel Cinquecento ha dato i natali ad Ascanio Condivi, allievo e biografo di Michelangelo Buonarroti. A sconvolgere la sua tranquilla routine, fatta di cene dal “Rosso” e letture sull’ampio terrazzo di palazzo Capponi – nel quale alloggia da sempre – è l’improvvisa e fortuita scoperta di una botola nel soffitto. Il ritrovamento dell’archivio della famiglia Capponi è solo l’inizio di un’avventura che cambierà per sempre il volto del paese marchigiano e dei suoi abitanti, ma soprattutto la storia dell’arte italiana…