Nonni vigile pronti alla partenza del nuovo anno scolastico

10

Storici volontari e nuovi parmigiani aiuteranno l’ingresso e l’uscita degli alunni

PARMA – Nel nuovo anno scolastico torneranno i “nonni vigile” ad accompagnare l’ingresso di bambini e ragazzi. I volontari Auser che con l’arrivo del Covid 19 hanno dovuto sospendere per diversi mesi tutte le attività (la maggioranza ha un’età superiore ai 65) sono pronti ad indossare di nuovo i gilet arancione brillante e a presentarsi puntali all’ingresso dei plessi scolastici. Stamattina la ripartenza della loro capillare e preziosa presenza è stata segnata da un momento di ritrovo presso il Comando di Polizia Locale dove ha avuto inizio il corso di formazione di nuovi giovani volontari che andranno ad incrementare il servizio che per questo anno avrà nuove modalità e adempimenti particolari per rispondere alle misure di prevenzione previste.

In Via del Taglio hanno salutato i volontari l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Parma Cristiano Casa, Katya Lucà delegata all’inclusione sociale, il sostituto Commissario Massimo Marchinetti coordinatore del servizio presso le scuole, Saverio Gerboni coordinatore Auser dei volontari presso le scuole e Arnaldo Ziveri Presidente Auser Parma.

I 1700 volontari dai capelli d’argento (400 a Parma e i restanti sparsi nella Provincia) tornano quindi a dare il loro contributo. Oltre che davanti alle scuole, sono presenti nei mercati a ricordare le norme di comportamento, a distribuire medicine e spese a chi ne necessita e presso Università, Azienda Ospedaliera, USL e diversi Musei cittadini. A loro si aggiungono dopo i corsi di formazione una ventina di giovani di altre nazionalità. Per lo più richiedenti asilo, appartenenti alle Associazioni San Cristoforo e Svoltare. Una presenza che ricalca i valori di Auser, di partecipazione alla vita del territorio, di disponibilità verso la collettività e anche di integrazione. Con soddisfazione e gratitudine per la loro presenza Amministratori e responsabili Auser hanno voluto salutarli con questo momento di saluto e di buon augurio per il prossimo anno insieme ai tanti alunni di Parma.