Non si ferma all’alt, inseguimento in auto attraverso due Comuni

12

Il “Targa system” segnala la mancata copertura assicurativa, fugge, ma viene individuato e denunciato

FERRARA – Non si arresta all’alt e attraversa due Comuni in auto scatenando il panico tra i passanti. La vicenda è iniziata a Bondeno nel pomeriggio di ieri, giovedì 14 ottobre, e ha condotto alla denuncia a piede libero un 26enne di nazionalità marocchina residente nel mantovano. L’inseguimento e l’individuazione sono state rese possibili grazie all’efficace sinergia tra i corpi di Polizia Locale dell’Alto Ferrarese Presidio di Bondeno e Polizia Locale Terre Estensi di Ferrara.

“Desidero ringraziare gli agenti delle Polizia Locali di Ferrara e Bondeno per l’ottimo lavoro di coordinamento – commenta il vicesindaco e assessore a Sicurezza e Mobilità Nicola Lodi – che ha portato ad assicurare alla giustizia una persona dai comportamenti violenti e pericolosi. L’ammodernamento e la formazione del corpo di Polizia Locale sta andando proprio nella direzione di ampliare i servizi e gli interventi a beneficio della sicurezza della collettività. Le diverse azioni di questi ultimi giorni, con sequestri e arresti, lo stanno dimostrando”.

Al giovane è stato infatti impartito l’alt da una pattuglia della Polizia locale di Bondeno composta da un agente e da un ispettore, poiché la strumentazione “Targa system” aveva segnalato che il veicolo che stava conducendo era privo di copertura assicurativa di responsabilità civile e non era stato sottoposto alla prescritta visita di revisione. È cominciata così una folle corsa verso il capoluogo durante la quale il conducente rischiava ripetutamente l’investimento di utenti e trasgrediva ogni sorta di norme comportamentali previste dal Codice della Strada.

Nell’inseguimento, il tentativo di speronare il veicolo inseguitore veniva evitato solo grazie alla perizia dell’operatore della Polizia locale dell’Alto Ferrarese alla guida, ma non mancava di provocare nel mentre un sinistro con un’ignara utente, nella cittadina via Bonzagni di Ferrara. Pregiudicate la maggior parte delle vie di fuga poiché presidiate da veicoli della Polizia Locale Terre Estensi, l’uomo giungeva infine nella via Scalambra, dove abbandonata l’autovettura, fuggiva rocambolescamente a piedi fino ad attraversare il canale Boicelli mantenendosi in equilibrio sul condotto tubolare e infine riuscendo a sottrarsi alla cattura occultandosi tra la vegetazione dell’area retrostante l’ex zuccherificio. A bordo dell’auto lasciata aperta, l’agente cinofilo Chloe, annusava della sostanza stupefacente che veniva quindi posta in sequestro e parimenti in sequestro venivano sottoposti oggetti atti allo scasso e quelli che apparivano compendio di furto, nonché un coltello tattico da sopravvivenza.

Nella notte il fuggitivo è stato intercettato in fase di rientro nella propria abitazione, dove ad attenderlo vi erano le Polizie Locali di Bondeno e Ferrara che hanno denuinciato l’automobilista per il reato di resistenza e possesso di armi, oltre che alla segnalazione per il possesso di sostanze stupefacenti per uso personale. Al momento dell’individuazione è stato anche scoperto che il protagonista della fuga era anche privo di titolarità di patente di guida.