Non ci resta che internet: adolescenti alla disperata ricerca di un futuro il 13 novembre a Rimini

29

RIMINI – Domenica 13 dicembre alle ore 17 la Sala del Giudizio del Museo della Città ospita il secondo appuntamento della rassegna Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) con i libri, ciclo di lezioni magistrali e presentazioni di libri dedicato alla comprensione del mondo contemporaneo curata dalla Biblioteca Civica Gambalunga di Rimini.

La riflessione sarà dedicata alle nuove generazioni, agli adolescenti in particolare, che ne rappresentano il segmento dotato di più strepitosa energia trasformativa. A condurla sarà Matteo Lancini, docente universitario, psicologo e psicoterapeuta che porterà il suo originale punto di vista sulla generazione “tradita”. Non ci resta che internet: adolescenti alla disperata ricerca di un futuro, il titolo della sua lectio magistralis.

Matteo Lancini nei suoi ultimi libri si interroga sul ruolo di internet nello sviluppo dei giovani, su come si possa distinguere un uso consapevole dei social e dei videogiochi da un sintomo di malessere o dipendenza e soprattutto, sul modo in cui i genitori possono aiutare i figli a sviluppare una sana relazione con questi mezzi. Vita reale e vita virtuale si sono talmente intrecciate che ormai parliamo di “onlife”. Questa pervasività di internet si riflette sul modo di pensare e costruisce modelli di identificazione soprattutto per i nativi digitali nell’adolescenza, quella fase delicata della vita contrassegnata dall’importante compito evolutivo di definizione dell’identità. Una generazione cresciuta nella rete, sempre connessa, ma allo stesso tempo sempre più sola, incerta, smarrita e inquieta nonostante l’aumento vertiginoso delle relazioni virtuali. Lancini risponde ai dubbi di genitori di preadolescenti e adolescenti, senza ricette preconfezionate, ma offrendo riflessioni e suggerimenti per aiutarli a comprendere come intervenire per cercare di stabilire regole, proteggerli dai pericoli della rete e educarli a utilizzare al meglio questi mezzi.

Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta, è presidente della fondazione Minotauro di Milano, insegna presso il Dipartimento di psicologia dell’Università degli studi di Milano-Bicocca e presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica di Milano. All’interno della Fondazione Minotauro è direttore del Master “Prevenzione e trattamento della dipendenza da internet in adolescenza”, coordina la Sezione Adolescenti del Centro di consultazione e psicoterapia e insegna nella Scuola di formazione in Psicoterapia dell’adolescente e del giovane adulto.  Autore di numerose pubblicazioni, Lancini è un esperto delle tematiche adolescenziali che riguardano i giovani adulti, con un’attenzione speciale rivolta alle nuove “relazioni senza corpo”. Le più recenti: Il ritiro sociale negli adolescenti. La solitudine di una generazione iperconnessa (Raffaello Cortina, 2019), Cosa serve ai nostri ragazzi. I nuovi adolescenti spiegati ai genitori, agli insegnanti, agli adulti (Utet, 2020), Abbiamo bisogno di genitori autorevoli. Aiutare gli adolescenti a diventare adulti (Mondadori, 2020), L’età tradita. Oltre i luoghi comuni sugli adolescenti (Raffaello Cortina, 2021), Figli di Internet (Erickson, 2022).

“Biblioterapia XIII 2022” è realizzata con il contributo della Regione Emilia-Romagna ai sensi della L.R. 18/2000

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Info: Biblioteca Gambalunga

tel. 0541.704486 | www.bibliotecagambalunga.it

BIBLIOTERAPIA. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri, XIII

Il coraggio della conoscenza, il potere dell’immaginazione

Matteo Lancini

Non ci resta che internet: adolescenti

alla disperata ricerca di un futuro

domenica 13 novembre 2022 – ore 17

Sala del Giudizio – Museo della Città

Rimini – via Luigi Tonini, 1