Nidi e scuole d’infanzia: ripartenza con gradualità

21

Ecco il calendario per i primi giorni di scuola. E intanto si valutano le rinunce per scorrere le graduatorie delle ammissioni

MODENA – Definito anche il calendario dei primi giorni di scuola per comunali e Fondazione Cresciamo, sia per scuole d’infanzia che per i nidi, che sarà caratterizzato da un inizio graduale dell’attività.

Per il nido l’inizio della frequenza per i nuovi ammessi è personalizzato e comunicato direttamente alle famiglie per organizzare l’inserimento dei bambini. In questi giorni, inoltre, si stanno valutando anche le rinunce da parte degli ammessi (già diverse decine quelle formalizzate) per scorrere la graduatoria e predisporre le nuove ammissioni.

Per le sezioni Medi e Grandi dei nidi da martedì 1 a giovedì 3 settembre si prevede che i bambini frequentino suddivisi a piccoli gruppi per circa 2 ore, senza pasto. Venerdì 4 e lunedì 7 settembre la frequenza sarà fino alle 13, pasto compreso, mentre da martedì 8 settembre è programmata l’attività per tutta la giornata.

Per la sezione 3 anni delle scuole d’infanzia i bambini saranno suddivisi in due gruppi (indicativamente uno da 12 a uno da 13). Da martedì 1 a giovedì 3 settembre, in modo alternato, i due gruppi saranno presenti dalle 8.15 alle 10.15 oppure dalle 10.30 alle 12.15. Venerdì 4 e lunedì 7 settembre gruppo intero dalle 8 alle 12, senza pasto. Da martedì 8 a venerdì 11 settembre: gruppo intero fino alle 13, con anche il pasto. Da lunedì 14 settembre frequenza per l’intera giornata.

Le sezioni dei 4 e dei 5 anni il calendario è lo stesso. Martedì 1 e mercoledì 2 settembre i bambini frequentano mezza giornata, senza pasto, suddivisi in due gruppi: uno dalle 8.15 alle 10.15, l’altro dalle 10.30 alle 12.30 (mercoledì i turni si invertono). Da giovedì 3 a lunedì 7 settembre i bambini a gruppo intero frequentano, con il pasto, fino alle 13. Da martedì 8 settembre frequenza per tutta la giornata.

Nei nidi e nelle scuole d’infanzia convenzionate, così come nelle scuole paritarie, invece è cura del gestore comunicare ai genitori le modalità di accoglienza e ambientamento del bambino e l’inizio della frequenza.