Musica inaudita e lezioni di cinema, il 7 novembre al Reggio Film Festival

6
OoopopoiooO – ph Giuliano Guarnieri – courtesy Scarrymonster

In programma un concerto dadaista del duo OoopopoiooO (Vincenzo Vasi e Valeria Sturba) nel centenario della nascita del theremin, due conversazioni sui cambiamenti nel cinema e decine di cortometraggi da tutto il mondo. Ingresso gratuito

REGGIO EMILIA – È molto ricco e variegato, il programma di domenica 7 novembre del Reggio Film Festival, che sarà fruibile gratuitamente al Cinema Teatro San Prospero di Reggio Emilia a partire dalle ore 15.30 fino a tarda sera.

Alle ore 15.30 il critico cinematografico Roberto Manassero terrà la lezione di cinema Game Change: «Quali sono stati i grandi momenti di cambiamento nella storia del cinema? Quali registi, quali film o movimenti hanno avviato nuovi percorsi? Truffaut, Godard e gli altri della Nouvelle Vague? Antonioni e la partita di tennis di Blow Up? La New Hollywood degli anni 70? E prima, nel muto e nell’epoca classica, il cinema non aveva forse dentro di sé i segnali di una possibile rottura? Tra rivoluzioni, invenzioni, sorprese, un percorso nel cuore del cinema e dei suoi infiniti modi di raccontare il mondo».

Alle ore 17.30 le sceneggiatrici Chiara Arrigoni e Natalia Guerrieri terranno la lezione di cinema Changes: «Le trasformazioni sono essenziali in ogni storia. Da Matrix ad Amélie, da Harry Potter a Il Signore degli Anelli, ogni personaggio matura e cresce attraverso una serie di avventure. Vedremo come si costruisce l’arco di trasformazione dei personaggi maschili e femminili e quali sono le differenze principali nel viaggio che intraprendono. Esamineremo inoltre alcuni cortometraggi della selezione Reggio Film Festival 2021, per vedere come questo discorso non si applichi sono alle narrazioni di lunga durata ma possa essere tratteggiato, almeno a grandi linee, anche in una storia breve».

Alle ore 19 gli OoopopoiooO «riscriveranno cent’anni di elettromagnetismo»: a un secolo esatto dalla nascita del theremin Valeria Sturba e Vincenzo Vasi sfoderano le antenne dei loro evanescenti strumenti e pubblicano il loro secondo album, Elettromagnetismo e Libertà. Il duo volge a superare le forme musicali consuete, creando una miscela pop in cui convivono in armonia combinazioni stilistiche distanti tra loro: musica contemporanea, minimalismo, tarantelle techno, rap, musica popolare «e filastrocche da cantare con l’amico immaginario». Libertà di espressione, fantasia visionaria e giocosa, surrealismo lo fi sono le (non) regole di uno spettacolo in cui i due polistrumentisti e performer saranno circondati da tastierine, giocattoli colorati, antenne, archi e corde.

A partire dalle ore 21 verrà proposta una selezione dei corti internazionali delle sezioni Cambiamento, Spazio Libero, Laicità e Città Mondo. Nel corso della serata incontro con la Giuria Internazionale del Reggio Film Festival composta da Maurizio Di Rienzo, critico cinematografico, Caterina Carone, regista e Midia Kiasat, regista e distributore.

L’edizione numero 20 del Reggio Film Festival proseguirà a Reggio Emilia fino al 21 novembre. In programma cortometraggi da tutto il mondo ma anche spettacoli, concerti, dialoghi e workshop per tutti.

Programma completo: http://www.reggiofilmfestival.it/reggio-film-festival-2021/.