Musica Fuori 2022: 11 e 12 marzo

34

MODENA – È in arrivo Musica Fuori 2022, la rassegna di musica contemporanea che, proprio nel cuore del cartellone MusicaCantoParola, si svolgerà l’11 e il 12 marzo, presso il Teatro Fondazione Collegio San Carlo, con purtroppo un rinvio a causa di motivi di salute per il concerto previsto domenica 13. La musica del presente sarà eseguita, ma anche raccontata, con presentazione di libri e interviste agli autori.

Venerdì 11 marzo alle ore 21 l’avvio con Sentieri Selvaggi, ensemble tra i più affermati e importanti in Italia, dedito allo studio e alla divulgazione della musica dei nostri giorni, per l’occasione in formazione di trio. Dalla fondazione – nel 1997 – ad oggi, Sentieri Selvaggi ha avvicinato il grande pubblico alla musica contemporanea, collaborando con i maggiori compositori della scena italiana e internazionale.  Affascinante il programma scelto per la serata, con musiche di Carlo Boccadoro, Arvo Pärt, Filippo Del Corno, Philip Glass, Mark-Anthony Turnage, James Mac Millan.
Piercarlo Sacco violino
Aya Shimura violoncello
Andrea Rebaudengo pianoforteIngresso 12 euro – minori di 26 anni: 3 euro
prenotazione nominale obbligatoria a segreteriagmimo@gmail.com

Sabato 12 marzo, doppio appuntamento.  Alle ore 17 un incontro-dialogo con il compositore Antonio Giacometti, già direttore dell’istituto Vecchi Tonelli di Modena e Carpi, che presenterà, intervistato da Marina Meinero (attrice ed educatrice, STED Modena) e da Raffaele Sargenti (compositore e didatta), il suo libro Educare alle complessità (ed. Lamantica 2021). In Educare alle complessità, Giacometti esprime nella forma di un agile vademecum un imperativo che così egli stesso riassume: «l’arte non deve insegnare solo ad apprezzare la bellezza, fugace, effimera e mutevole, ma a riconoscere la verità (le verità?) nascosta tra le intercapedini della complessa stratigrafia del reale. Solo così potremo ancora permetterci di sognare un futuro».

Ingresso libero
prenotazione a segreteriagmimo@gmail.com

Sempre sabato 12 marzo alle ore 18.30, dopo la presentazione del volume, saranno ospiti i musicisti di Azione Improvvisa Ensemble: Andrea Antonel tiorba | Margherita Berlanda fisarmonica | Pierpaolo Dinapoli chitarra elettrica | Daniela Fantechi elettronica. Il loro progetto – Seeds – è stato tra i vincitori del sostegno a nuove commissioni musicali della Fondazione Ernst von Siemes. Particolare e innovativo l’organico che combina strumenti antichi, come la tiorba, a strumenti come la chitarra elettrica e la fisarmonica, con l’ausilio anche dell’elettronica: un suono complesso e costruito con cura attorno a brani a loro dedicati da Marco Momi, Zeno Baldi, Lula Romero e Daniela Fantechi. Un seme – elemento evocativo denso di significati simbolici – è ciò che sta alla base di questo progetto, in cui compositori e interpreti si occupano di ciò che questa unità minima significa per loro. Un nucleo che immagazzina e conserva informazioni storiche, da cui può emergere qualcosa di nuovo in un contesto diverso. O un punto di partenza per processi di trasformazione in cui il suono si espande e cambia l’ambiente di ascolto. Qualunque sia l’interpretazione, certo è che i semi della creatività germinano e si moltiplicano.

Biglietto Faidaté: da zero a 10 euro secondo disponibilità, responsabilità e gradimento
Prenotazione nominale obbligatoria a segreteriagmimo@gmail.com

L’evento conclusivo, previsto per domenica 13 marzo, La forma del suono. Omaggio a Pier Paolo Pasolini, il nuovo progetto di Ensemble Forma Libera, è purtroppo rinviato a causa di motivi di salute e sarà riprogrammato a breve.

Seguono biografie
Sentieri selvaggi nasce nel 1997 da Carlo Boccadoro, Filippo Del Corno e Angelo Miotto con lo scopo di avvicinare la musica contemporanea al grande pubblico. Il debutto dell’ensemble a Milano registra il tutto esaurito. Fin dall’esordio i concerti di Sentieri selvaggi si caratterizzano per le informali presentazioni parlate di ogni brano. Sentieri selvaggi stringe nel corso degli anni collaborazioni con i più importanti compositori della scena internazionale, come David Lang, Louis Andriessen, James MacMillan, Philip Glass, Gavin Bryars, Michael Nyman, Julia Wolfe, Fabio Vacchi, che scrivono partiture per l’ensemble o gli affidano le prime italiane dei loro lavori. Accanto a loro il gruppo promuove e diffonde una nuova generazione di compositori italiani quali Carlo Boccadoro, Francesco Antonioni, Silvia Colasanti, Giovanni Mancuso, Mauro Montalbetti e Giovanni Verrando. Dal 1998 Sentieri selvaggi è regolarmente ospite delle più prestigiose stagioni musicali italiane (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro alla Scala, Biennale di Venezia), dei maggiori eventi culturali del nostro paese (Festival della Letteratura di Mantova, Notte Bianca di Roma, Festival della Scienza di Genova, Mito Settembre Musica, Triennale di Milano) e di importanti festival internazionali (Bang on a Can Marathon di New York, SKIF Festival di San Pietroburgo, Sacrum Profanum di Cracovia). A Milano il gruppo è partner dal 1998 di Teatridithalia, che ospita i concerti nelle proprie sedi teatrali e dal 2005 organizza una stagione di musica contemporanea con un cartellone di concerti, incontri, masterclass, incentrata ogni anno su uno specifico nucleo tematico. Nel 2009 Sentieri selvaggi segue Teatridhitalia nella prestigiosa sede del Teatro Elfo Puccini, diventando con la propria stagione di musica ensemble in residenza in uno dei luoghi più rappresentativi della creatività contemporanea milanese. Per diffondere la musica contemporanea in contesti inusuali, Sentieri selvaggi collabora anche con scrittori, architetti, scienziati, video-maker, attori, registi, musicisti rock e jazz, abitando con i propri progetti spazi alternativi come gallerie d’arte, piazze, strade, centri commerciali e università.
Il catalogo di produzioni editoriali e discografiche del gruppo conta oltre 10 titoli realizzati per Einaudi, RaiTrade, MN Records, Velut Luna, Sensible Records. Dal 2003 Sentieri selvaggi è sotto contratto con Cantaloupe Music, etichetta newyorkese fondata da Bang on a Can, per la quale ha realizzato quattro cd, l’ultimo dei quali, Zingiber (2012), è dedicato alla nuova creatività musicale italiana. Nel 2017 esce Le Sette Stelle per la prestigiosa etichetta Deutsche Grammophon, con musiche di Luca Francesconi, Filippo Del Corno, Giorgio Colombo Taccani, Giovanni Sollima, Mauro Montalbetti e Carlo Boccadoro. Capitolo importante nel lavoro di Sentieri selvaggi sono poi le produzioni di teatro musicale, con allestimenti quali L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello di Michael Nyman, The Sound of a Voice di Philip Glass, che coinvolgono un pubblico ancora più vasto.

Azione Improvvisa è un ensemble che unisce esperienze e approcci musicali differenti, in un apporto sinergico tra strumenti di epoche diverse, alla ricerca di una propria identità nuova e sperimentale. E’ composto da musicisti attivi principalmente in Italia, Svizzera, Belgio, Austria, Germania. Attiva dal 2017, affianca all’attività concertistica, attività laboratoriali e installazioni, con lo scopo di approfondire tutti gli aspetti del contemporaneo.
Hanno scritto per loro vari compositori, tra i quali Marco Momi, Lula Romero, Giorgio Colombo Taccani, Stefano Alessandretti, Andrea Valle, Farzia Fallah, Zeno Baldi, Maurizio Azzan, Filippo Perocco, Alberto Carretero.
A marzo 2020 Azione_Improvvisa è risultato vincitore del the Grant-in-Aids della Ernst von Siemens Stiftung.
L’ensemble è stato invitato in rassegne quali “Transart” – Bolzano, “Musica Insieme Festival” – Panicale, “Contrasti” – Trento, “Pergine Festival” – Pergine Valsugana, “Pacta Sound Zone” – Milano, e in residenza presso Fondazione Spinola – Banna e Fattoria Vittadini (Fabbrica del Vapore), Milano.
Nel 2019 Azione_Improvvisa ha preso parte alla registrazione di Parade (Guitart Label) e nel 2020 ha inciso “First Glimpse” (Ars Spoletium) che include i lavori dei primi tre anni insieme.

MUSICA FUORI 2022
Venerdì 11 marzo | ore 21 | Teatro Fondazione Collegio San Carlo
SENTIERI SELVAGGI TRIO
Sabato 12 marzo | ore 17 | Teatro Fondazione Collegio San Carlo
ANTONIO GIACOMETTI: EDUCARE ALLE COMPLESSITA’
ore 18.30
SEEDS | AZIONE IMPROVVISA ENSEMBLE