Musica alla Tenda: da Francesca Michielin a “Orbite”

7
Francesca Michielin

Da giovedì 29 luglio a venerdì 6 agosto anche due concerti tra jazz e avanguardia e la sonorizzazione del cortometraggio “Rhythmus (20)21”

MODENA – Sarà la musica la protagonista nel programma delle due settimane che chiudono la prima parte della rassegna estiva alla Tenda, la struttura di viale Monte Kosica che fa capo all’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena, dove prosegue il cartellone di appuntamenti tra incontri d’autore, musica contemporanea e sonorizzazioni. Le iniziative, tutte previste alle ore 21, nel piazzale antistante alla struttura e nel rispetto delle misure anti-Covid, sono a ingresso gratuito; prenotazioni online sul sito [ http://www.comune.modena.it/latenda | www.comune.modena.it/latenda ] .

Giovedì 29 luglio il programma si apre con il secondo appuntamento della nuova edizione di “Cantautori su Marte – Incontri senza gravità sulla canzone d’autore”, rassegna promossa dal Centro musica di Modena con la direzione artistica di Corrado Nuccini. Seguendo il format consueto della rassegna, ovvero quello di un incontro intimo con l’artista per fare il punto fra parole e musica sulla canzone d’autore e sul ruolo del cantautorato, la Tenda ospiterà Francesca Michielin. Cantautrice e polistrumentista, debutta nel 2011 vincendo la quinta edizione di X-Factor, prima tappa di una carriera fatta di dischi d’oro e traguardi importanti come il secondo posto a Sanremo nel 2016 con “Nessun grado di separazione”, la partecipazione all’Eurovision song contest nello stesso anno e, da ultimo, la presenza al Festival di Sanremo 2021 insieme a Fedez col brano “Chiamami per nome”. A intervistare l’artista sarà Francesco Locane, speaker radiofonico e giornalista.

Ancora musica venerdì 30 luglio col secondo appuntamento della rassegna “Orbite”, un inedito format live di musica contemporanea che si muove sulla linea di confine fra jazz e sperimentazioni sonore d’avanguardia, nato dalla collaborazione fra le associazioni Muse (curatrice della rassegna Arts&Jam) e Lemniscata (curatrice di Node Festival). Sul palco un trio alla sua prima apparizione live in questa formazione, composto da Anthony Pateras (pianoforte – elettronica), Stefano Pilia (chitarra) e Riccardo La Foresta (batteria). “Orbite” ritorna per un terzo appuntamento anche venerdì 6 agosto col concerto di Oofth: progetto composto da Massimiliano Milesi (sassofono), Emanuele Maniscalco (sintezzatori), Giacomo Papetti (basso elettrico) e Filippo Sala (batteria), Oofth trae ispirazione dalle atmosfere surreali e paradossali dei racconti di fantascienza di Walter Trevis e dalle colonne sonore della fantascienza cinematografica degli anni ’70 e ’80, creando un flusso musicale e temporale che si fa talvolta ambiguo, traghettando le immagini sonore da una situazione all’altra.

Il programma si completa con la sonorizzazione “Rhythmus (20)21”, sabato 31 luglio, dedicata ad Hans Richter. “Rhythmus 21” è infatti il titolo del primo cortometraggio realizzato dall’artista tedesco, pensato come episodio iniziale della serie “Film ist Rhythm”, che comprende “Rhythmus 23” e “Rhythmus 25”. A cento anni di distanza dalla creazione di Rhythmus 21, il trio composto da Giulio Stermieri, Manuel Calliumi e Tonino La Distruzione rielabora suoni e immagini del “corto” originale per creare un’opera audiovisiva nuova, tenendo fede ai linguaggi e ai codici dell’originale, in un salto temporale che abbraccia un secolo di storia.

Dopo la pausa estiva, la programmazione della Tenda riprenderà venerdì 27 agosto.