Musica a Marfisa d’Este: Concerto “Sentire l’Amore” nell’ambito della Rassegna Tempo d’Estate

57

FERRARA – Una serata davvero ricca di emozioni quella di mercoledì 8 Luglio nel programma di Musica a Marfisa d’Este del Circolo Girolamo Frescobaldi nell’ambito della rassegna Tempo d’Estate a Ferrara promossa e patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Ferrara e dal Teatro Comunale “Claudio Abbado”.

La cantautrice ferrarese Mirael si è esibita nel concerto “Sentire l’Amore” accompagnata da Alberto Piva al pianoforte e Vincenzo Pisciotta alla chitarra, due strumentisti della sua band che porta nomi di professionisti di spessore come Mario Costanzi, Vito Perrini, Filippo Rubini, Piero Paolini, Lino Amico e Lorenzo Alderighi. Un nuovo successo questa volta a sostegno dell’Associazione Malati di Alzheimer.

Nel meraviglioso loggiato di Palazzo Marfisa d’Este, dopo il saluto di apertura della presidenza del Circolo Girolamo Frescobaldi, il giornalista e critico musicale Athos Tromboni ha presentato il percorso della serata introducendo il pubblico all’ascolto di 11 brani del nuovo disco “Sentire l’Amore” (Suonamdidite Mixstudio), una produzione di 15 tracce diretta da Mario Costanzi, interpretata per la prima volta in versione acustica.

Nonostante le restrizioni Covid, e la prenotazione obbligatoria, il concerto ha registrato il tutto esaurito e il pubblico ha manifestato ancora una volta grande coinvolgimento e una calorosa partecipazione.

Una platea che canta, sorride, si commuove e balla, regala sensazioni indescrivibili – commenta Mirael. Quella voce all’unisono, e quell’intenso battito di mani che è battito di cuore, mi confermano nell’idea che “ci sono corde dell’anima che solo la musica può toccare, vuoti che solo l’Amore può riempire”. Spero che il nostro messaggio di speranza e incoraggiamento possa raggiungere chi ne ha bisogno e sostenere, in questo caso anche concretamente, chi vive l’esperienza dell’Alzheimer nella quale la musica può davvero fare la differenza.

Alcune letture e citazioni hanno scandito le suggestioni dell’artista sul percorso dell’animo umano alla ricerca dell’Amore con la A maiuscola. Immancabile un omaggio al Maestro Ennio Morricone che della ricerca umana e spirituale dell’essere umano è stato magistrale interprete. I testi hanno preso corpo su ritmi e melodie che hanno fatto riflettere ma anche ballare sotto le antiche volte del celebre palazzo ferrarese. Un viaggio variegato nei generi musicali, dal pop melodico al reggae, dalla salsa al reggaeton al blues.

Un particolare ringraziamento al Comune di Ferrara e all’Assessorato alla Cultura, al Teatro Comunale di Ferrara, al Circolo Culturale Girolamo Frescobaldi e ai Musei Civici di Arte Antica di Ferrara.

Foto di Elena Ragazzi