Museo civico e Centro musica, appalto per affidamento servizi

6
Modena

La gara europea aperta sulla piattaforma Sater. L’assegnazione avverrà in base all’offerta economicamente più vantaggiosa. Le domande fino al 22 agosto

MODENA – È aperta la gara europea per l’affidamento dei servizi di assistenza al pubblico per il Palazzo dei Musei, il Museo civico, il Parco archeologico di Montale e il centro musica 71MusicHub. L’appalto è affidato dal Comune di Modena e comprende i servizi di informazione, biglietteria, supporto alle attività didattiche e comunicazione.

Si tratta di una gara europea a procedura aperta svolta attraverso la piattaforma Sater, il sistema telematico di acquisto della Regione Emilia Romagna e che sarà assegnata secondo il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa (con 85 punti per l’offerta tecnica e 15 per l’offerta economica). L’offerta tecnica sarà valutata da una commissione appositamente nominata, tenendo conto dei criteri definiti dal disciplinare di gara che riguardano il profilo del progetto organizzativo e le modalità di erogazione dei servizi, la qualificazione e formazione del personale impiegato, le eventuali proposte migliorative.

Nel disciplinare di gara il Comune ha inserito anche la clausola sociale per tutelare i lavoratori dell’impresa che attualmente gestisce i servizi attraverso l’applicazione di un piano assorbimento da parte dell’impresa eventualmente subentrante.

La base di gara è fissata in 1 milione 554 mila euro per una durata di 36 mesi, rinnovabili per ulteriori 24 mesi.

I servizi richiesti al gestore riguardano la gestione dell’Info point di Palazzo dei Musei, il primo punto di accoglienza e di informazione per il pubblico che cura anche il servizio di prenotazioni, la sala ex Oratorio e l’apertura della Gipsoteca Graziosi, oltre al servizio di bookshop e di guardaroba. Fino a quattro operatori potranno essere impiegati per gestire il servizio di accoglienza al pubblico del Museo civico che comprende anche le visite guidate e i percorsi didattici. Sempre al Museo civico dovrà essere destinato almeno un operatore, in possesso di requisiti specifici, per gestire le attività del Laboratorio Dida e del Sito Unesco. Il servizio di accoglienza e visite guidate del Parco archeologico della Terramara di Montale richiede fino a tre operatori ai quali se ne dovranno aggiungere altri tre, in possesso di specifiche competenze archeologiche, per la gestione dell’attività didattica del Parco. Un operatore a tempo pieno e con buona conoscenza delle lingue dovrà essere assegnato al servizio di comunicazione che opererà per entrambi gli istituti e per il sito Unesco. Per il Centro musica, il capitolato di gara prevede che il gestore curi l’accoglienza degli utenti, svolgendo anche un servizio specializzato di informazione, orientamento e consulenza per musicisti, associazioni, enti e professioni del settore musicale; orientamento sulle opportunità per musicisti in ambito locale, nazionale ed europeo, consulenza specifica sui diritti d’autore. Dovrà, inoltre, gestire le sale prova, progettare e curare eventi formativi, gestire la comunicazione.

I requisiti di idoneità e di capacità economica, tecnica e professionale richiesti sono definiti dal disciplinare di gara pubblicato sul sito del Comune (www.comune.modena.it/servizi/appalti-pubblici/procedure-ordinarie/bandi-di-gara-in-corso).

Le offerte, corredate della documentazione richiesta, dovranno essere inoltrate attraverso la piattaforma Sater entro le ore 15 del 22 agosto. C’è tempo fino alle 15 dell’1 agosto per l’eventuale richiesta di chiarimenti e fino alle 12 del 29 luglio per chi desidera richiedere un sopralluogo (sempre attraverso la piattaforma Sater).

Le offerte saranno aperte in seduta pubblica telematica alle 9 del 24 agosto.