Monica P: “Indivenire tour” il 24 luglio a Carpi (MO)

CARPI (MO) – Monica P “Indivenire tour”: il concerto è in programma mercoledì 24 luglio 2019 alle ore 21 a Carpi (MO) – CHIOSTRO di SAN ROCCO Via San Rocco 5.

Dettagli evento

La tournée di concerti segue a stretto giro il premio Nuovo Imaie, assegnato alla cantautrice dal prestigioso premio Bertoli 2018.

Il tempo della trasformazione è sempre il presente, e Monica P lo sa. Lei scorre, da un disco all’altro, si trasforma e si mostra senza compromessi, in un tempo sospeso tra tutte le Monica P che è stata e quelle che sarà: indipendente, ribelle, tormentata, felice, determinata, folle, solitaria, estroversa. Monica P è in divenire.

Sospeso fra l’ultimo album e l’imminente prossimo lavoro, “Indivenire tour” è l’urgenza di Monica P di raccontarsi per quella che è: vera, qui, ora.

LE PROSSIME DATE IN PROGRAMMA DELL’ INDIVENIRE TOUR SONO:

Coccobello Carpi (MO) 24 luglio
Alta Felicità Festival Venaus Torino 26 luglio

Confluenze Festival Cavagnolo (TO) 27 luglio in apertura a Cisco

Dicono di lei…

“Un album in cui convivono anime diverse fra loro, sintomo di un carattere sfaccettato che si esprime in dieci tracce tra forti accenni rock, sonorità pop e sprazzi di canzone melodica di qualità”. (L’ISOLA CHE NON C’ERA)

“Rosso Che Non Vedi è un disco di denuncia, ma anche di speranza, perché qualcosa da salvare ancora c’è e non bisogna disperderlo”. (ROCKIT)

“In Italia ci sono ancora cantautrici rock genuine che sanno il fatto loro. Monica P rivendica un ruolo di primo piano in quella categoria. Un disco nervoso e compatto, molto ben bilanciato tra l’aggressività del rock e gli spunti melodici della canzone italiana”. (BLOW UP)

“Un timbro importante, abrasivo, naturale, sexy. Un disco eterogeneo, dinamico e debitore anche dei due precedenti”. (RUMORE)

“Mai schiava della rima baciata a tutti i costi e ben prodotta nelle dieci tracce da Don Antonio Gramentieri”. (LA STAMPA)

BIO
Monica P è una cantautrice torinese versatile, che intreccia con naturalezza la scuola del pop d’essai nazionale al portamento cosmopolita maturato tra viaggi, ascolti e frequentazioni artistiche di matrice anglosassone. La sua vocazione artigianale l’ha portata a contatto diretto con molti strumenti, rendendola indipendente nella composizione dei brani e nella messa a fuoco della forma canzone.
Ha iniziato a esprimersi pubblicamente in prima persona nel 2010 con l’album “A volte capita”. E capitò sul serio che la critica si accorgesse di lei e che il MEI la premiasse e la coinvolgesse nei suoi progetti su scala nazionale. Nel 2011 “Libera”, brano estratto da “A volte capita”, viene inserito nella compilation “Female do it better”, con nomi importanti del cantautorato italiano e internazionale. Nello stesso anno ha vinto il Premio MEI Super Sound al Radio Flyweb Festival.
Nel 2012 il MEI ha scelto ancora una volta il brano “Libera” per “L’onda rosa indipendente”, che dà voce alle migliori figure femminili emergenti in Italia. La sua versione di “Carry me” è stata inserita nella compilation “Il rock è femmina” di Pirames International. Il secondo capitolo discografico è stato “Tutto brucia”, un salto di qualità certificato anche dalle collaborazioni eccellenti con colleghi di prestigio quali i Sacri Cuori, JD Foster (Cassandra Wilson, Pan del Diavolo), Giovanni Ferrario (PJ Harvey, Morgan), Vicki Brown (Calexico, Hugo Race & Fatalist) e dal duetto con l’australiano Hugo Race (Fatalists, The True Spirit, Nick Cave and the Bad Seeds), che per la prima volta ha cantato in Italiano nel suo brano “Come un cane”.
Nel 2017 è uscito il terzo album, “Rosso che non vedi”, in rotta di collisione con i cliché dell’ambiente indipendente italiano e moltiplicazione, più che sintesi, di suoni e vena lirica messi in mostra nei due dischi precedenti. Ricerca personale e denuncia sociale, dimensione onirica e malinconia blues si avvicendano in un viaggio che dal vivo rapisce lo spettatore e lo porta nel mondo di Monica P, magnetica quanto essenziale e senza fronzoli nel rendere universali le emozioni individuali. Nel corso di questi anni, Monica P ha suonato con i suoi musicisti in tutta Italia, aprendo anche concerti a Hugo Race, Nada, Tricarico, Paola Turci.
Nel 2018 ha vinto il Premio Nuovo IMAIE al Premio Bertoli 2018.