Molini Pivetti: scorte sufficienti e appoggio alla comunità locale

42

La produzione di farina non si ferma, nel massimo rispetto del team di lavoro, grazie ad una capacità di stoccaggio unica in Italia

RENAZZO (FE) – La quarantena da Coronavirus ha modificato la lista di priorità negli acquisti alimentari degli italiani. Il balzo più incredibile è quello della farina che si pone al vertice della classifica stilata da Coldiretti nel periodo appena precedente l’inizio della quarantena, dal 24 febbraio all’8 marzo, ed è presumibile che nelle settimane successive tale trend verrà confermato.

Molini Pivetti, azienda di Renazzo (Fe), leader nella produzione di sfarinati, vuole contribuire a rassicurare la propria comunità di cittadini in questo momento difficile, sull’approvvigionamento di questa importante materia prima.

La holding, che ha adottato misure contenitive del virus fra i suoi lavoratori già da 3 settimane, porta avanti quotidianamente il proprio lavoro dando continuità nel rifornimento del cereale e nella distribuzione di farine, nonostante le difficoltà riscontrate a causa di blocchi e provvedimenti contenitivi degli Stati confinanti e in Italia.

Una costanza che premia l’investimento fatto nel tempo sui 5 centri di stoccaggio di Molini Pivetti e sul nuovo magazzino automatizzato con una potenzialità di movimentazione di 150 pallet/ora per arrivare ad un serbatoio di 6.000 posti pallet da max 1.300 Kg/cad.

Infatti, grazie ad una capacità di stoccaggio fra le maggiori in Italia, con ca 150.000 tonnellate di grano, Gianluca Pivetti AD dell’azienda afferma “Ad oggi possiamo dire con tranquillità che abbiamo scorte più che sufficienti per rifornire i nostri clienti in questo periodo emergenziale, scorte che ci permetteranno di arrivare fino alla prossima campagna grano prevista per giugno.”

Molini Pivetti ha riorganizzato già da 3 settimane, ben prima delle misure imposte dal Governo nel dpcm dell’11 marzo, il proprio team di lavoro composto 65 lavoratori e lavoratrici adottando misure di contrasto e di contenimento della diffusione del virus Covid 19, favorendo così la continuità lavorativa nel rispetto della salute collettiva. Un’azione importante e preventiva per garantire a tutti i consumatori un bene primario come la farina e tutelare ogni filiera della produzione.

Ma c’è di più. Come preannuncia Gianluca Pivetti, in continuità con gli impegni in ambito sociale a favore del territorio intrapresi negli anni, sono stati avviati, in via preliminari, contatti con il Comune di Cento e la Protezione Civile per fornire la propria disponibilità ad azioni di aiuto concreto alla popolazione locale in caso di necessità. Questa volontà è coerente con l’impegno quotidiano di Pivetti, da sempre vicino ai bisogni e alle necessità del proprio territorio dove ha le proprie radici e dove trae la maggior parte delle risorse operative nei propri stabilimenti.

Molini Pivetti i numeri che contano
Volumi di produzione annui: ca. 240.000 tons di sfarinati e semilavorati
Capacità di stoccaggio: ca. 150.000 tons di grano
Fatturato annuo: ca. 75.000.000 euro
Dipendenti: 65
Massima capacità produttiva: 1.100 tons/giorno
Oltre a coprire integralmente il mercato italiano, Molini Pivetti esporta in Europa, Nord America, Medio Oriente e Far East.
Informazioni:
www.molinipivetti.it