Mogol Racconta Mogol il 6 luglio a Pieve di Cento

39
Foto Edmondo Zanini – Mogol

PIEVE DI CENTO (BO) – Mercoledì 6 luglio (ore 21.30) Entroterre Festival entra nel vivo e nella suggestiva Rocca Medievale di Pieve di Cento (via della Rocca, 8) ospita uno dei personaggi più importanti della storia della musica italiana: Giulio Rapetti in arte Mogol.

L’autore milanese è in scena con Mogol Racconta Mogol, una narrazione appassionata del più grande poeta della canzone italiana che, accompagnato dalla voce di Monia Angeli e musicalmente dal M° Stefano Nanni al pianoforte e il M° Riccardo Cesari alla chitarra, racconta le sue canzoni e si racconta. L’evento celebra le storie e le emozioni vissute dal paroliere durante gli oltre quarant’anni di carriera.

Sul palco il maestro interpreta i brani simbolo di una vita dedicata alla musica; non solo le canzoni dello storico sodalizio con Lucio Battisti, ma anche i tanti brani scritti per altri interpreti come Cocciante, Mina, Mango, Celentano, Morandi, Dalla. Nel repertorio brani quali Mi ritorni in mente , oltre ad altri titoli senza tempo tra i quali Anche per te, La canzone del sole, Fiori rosa, fiori di pesco, 29 settembre, Emozioni, Mi ritorni in mente, Pensieri e parole, Un Amico in più, Vita, Oro. L’emozione non ha voce e tante altre. Tra un brano e l’altro, Mogol racconta aneddoti legati alla sua collaborazione con Battisti e con altri big della musica italiana.

“Mogol racconta Mogol” è un meraviglioso viaggio nel mondo musicale; un’esperienza che vuole far conoscere, da un’inedita prospettiva, l’opera dello scrittore e produttore discografico italiano.

Giulio Rapetti nasce a Milano nel 1936. Diplomato ragioniere, inizia a lavorare alla Ricordi, dove il padre Mariano (anche autore di testi con lo pseudonimo di Calibi) è direttore delle edizioni musicali. Giulio scrive testi per diletto, e debutta professionalmente come paroliere scrivendo il testo di “Non dire I cry” di Tony Renis. Già nel 1961 vince il suo primo Festival di Sanremo con “Al di là” (Luciano Tajoli – BettyCurtis), nel 1963 il secondo (con “Uno per tutte”, Tony Renis) e nel 1965 il terzo (“Se piangi, se ridi”, Bobby Solo). Un periodo di grande prolificità e successo per Giulio Rapetti (che nel frattempo ha adottato lo pseudonimo di Mogol) è la seconda metà degli anni Sessanta: Mogol scrive testi sia per cantanti “tradizionali” sia per gruppi beat, spesso adattando testi…

Entroterre Festival, giunto alla sua settima edizione, in programma dal 21 giugno al 3 settembre, è il festival musicale itinerante dell’Emilia Romagna, da quest’anno ideato e organizzato da Fondazione Entroterre ETS con sede a Bologna, con la direzione artistica di Luca Damiani.

In cartellone oltre 60 eventi, 30 location, 7 percorsi musicali e 357 musicisti, più di 2 mesi e mezzo di programmazione e 4125 minuti di spettacolo.

Entroterre Festival, nato nel 2016, propone un interessante programma di eventi che legano l’Emilia e la Romagna in un progetto organico di valorizzazione delle eccellenze culturali locali. L’intento è quello di realizzare un cambiamento positivo grazie a progetti innovativi, culturali e artistici.

La Fondazione Entroterre sostiene Gli Amici di Luca per La Casa dei Risvegli Luca De Nigris Onlus.

L’evento fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Entroterre Festival è finanziato dal MIC (fondi FUS), dalla Regione Emilia-Romagna (L.R. 13/99), da diverse amministrazioni comunali della Regione oltre che da aziende come RM Servizi che sostiene il festival, attraverso l’investimento delle proprie relazioni internazionali, delle competenze interne e di proprie importanti risorse finanziarie in un’ottica di responsabilità sociale d’impresa.

La Fondazione Entroterre è un ente del Terzo Settore con sede a Bologna, operante nel settore dell’arte, della cultura e del turismo, con un occhio di riguardo verso gli spettacoli dal vivo. Progetta, organizza e diffonde eventi che abbracciano mondi e discipline diverse, ma legati da un comune denominatore: il territorio e la sua valorizzazione. Si occupa nello specifico di:

  • rigenerazione dei luoghi attraverso la cultura
  • innovazione ed inclusione sociale
  • sviluppo territoriale verso un turismo sostenibile
  • festival e concerti itineranti

La Fondazione ha come fine quello di unire le realtà locali in un’unica grande esperienza, attraverso condivisione e innovazione, con l’obiettivo di aiutare a far crescere la comunità. Fa rete, raccoglie e diffonde idee per il futuro, dando vita ad una nuova visione di innovazione culturale. Organizza progetti territoriali legati all’arte e alla cultura.

Biglietti

€30 intero e 20 ridotto,

www.entroterre.org

info@entroterre.org

051 0113010

 

UFFICIO STAMPA

Anna Maria Manera – PEPITApuntoCOM

 

Dal 21 giugno al 3 settembre 2022

settima edizione di Entroterre Festival

il festival musicale itinerante dell’Emilia Romagna

ideato e organizzato da Fondazione Entroterre ETS

direzione artistica Luca Daniani

Luoghi, Culture, Incontri. E tanta buona musica.

Mercoledì 6 luglio – ore 21.30

Rocca Medievale- Via della Rocca, 8, Pieve di Cento (Bo)

Mogol Racconta Mogol