Modena, weekend di Ognissanti senza la manovra ecologica

Da venerdì 1 a domenica 3 novembre, in occasione della festività, è sospeso il piano antismog e tutti i veicoli possono circolare senza restrizioni

MODENA – Da venerdì 1 a domenica 3 novembre, in occasione della festività di Ognissanti e della giornata per la Commemorazione dei defunti, è sospeso il Piano antismog e tutti i veicoli potranno quindi circolare liberamente senza restrizioni.

Prosegue, invece, anche domenica 3 novembre la pedonalizzazione sperimentale di largo Sant’Agostino che prevede il divieto di sosta per le auto in tutto il piazzale dalle 10 alle 19.

La manovra antismog, contenuta nel Piano integrato per la qualità dell’aria (Pair 2020) della Regione Emilia Romagna, non si applica nei giorni festivi, come venerdì 1 novembre, mentre l’Amministrazione comunale ha stabilito che il 3 novembre non sarà domenica ecologica per agevolare le visite ai defunti nei cimiteri cittadini.

Diverse le iniziative previste nel fine settimana in centro storico: fino a domenica 3 novembre, si svolge Sciocolà, il grande festival dedicato al cioccolato in tutte le sue declinazioni e, venerdì 1 dalle 19, si può partecipare anche alla Lambruscolonga.

Sabato 2 novembre, come ogni primo sabato del mese, Ago Modena Fabbriche culturali, organizza visite guidate alla chiesa e ai sottotetti della chiesa di Sant’Agostino. Le visite si svolgono alle 11 e alle 15.30, con ritrovo nell’atrio dell’ex ospedale Sant’Agostino.

Domenica 3 novembre, dalle 9.30 in centro storico sono attesi i podisti, oltre cinquecento, che partecipano alla CorriMutina e alla Mezza maratona di Modena. Aperti anche i musei e gli istituti culturali che si affacciano su largo Sant’Agostino: alla Galleria Estense (alle16) è in programma una visita guidata all’esposizione temporanea del dipinto del Guercino raffigurante la Madonna in trono con i santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo. Ai Musei civici, nell’ambito di Autunno ai musei, alle 17, visita guidata alla mostra “Fiori vintage. Abiti e accessori 1920-1980” e alla Collezione dei tessuti Gandini.

Aperto anche Ago-Modena fabbriche culturali con la possibilità di visitare il Teatro anatomico, la farmacia storica dell’ex ospedale e la chiesa di Sant’Agostino.