Modena: si celebrano meno matrimoni

11

Nei primi undici mesi del 2021 quasi cento nozze in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. In aumento il numero di coppie che sceglie il rito religioso

MODENA – Sono stati 399 i matrimoni celebrati a Modena nei primi undici mesi del 2021, un numero che, pur risultando nettamente superiore ai dati dello stesso periodo del 2020, si rivela comunque inferiore alle cifre del periodo pre-Covid. C’è anche un calo della scelta delle coppie di sposarsi, infatti, tra gli effetti dell’emergenza sanitaria, con tutta probabilità a causa dell’incertezza generata dalla presenza del virus.

Rispetto al periodo gennaio-novembre 2019, quando i matrimoni celebrati in città erano stati 494, il decremento registrato quest’anno è di oltre il 19 per cento, ovvero una coppia su cinque in meno. Un numero che costituisce comunque una ripresa rispetto al 2020, quando le nozze erano state “appena” 305, mentre negli anni precedenti l’oscillazione era passata dai 472 matrimoni del 2016 ai 444 del 2018. Risulta più bassa anche l’incidenza delle nozze di persone di cittadinanza straniera sul totale delle funzioni: quest’anno sono state 102 su 399 e l’anno scorso 78 su 305, in pratica un quarto dei casi, a fronte del 30% del 2016 (142 su 472) e del 34% del 2019 (168 su 494).

Per quanto le modalità di celebrazione dei matrimoni, il rito civile è da anni quello maggiormente preferito dai modenesi rispetto alle funzioni religiose. Si registra però una lieve inversione di tendenza: nel 2021, infatti, hanno deciso di sposarsi in Municipio 281 coppie su 399 (il 70%), dato inferiore di dieci punti percentuali rispetto, per esempio, al 2020 (quando il rito civile era stato scelto da 244 coppie su 305). Per trovare un’incidenza maggiore del rito religioso occorre orientarsi al 2016, quando le coppie che avevano optato per questo percorso erano state 159 su 472 (il 34%).