Modena ricorda Mirella Freni a un anno dalla morte

43

Martedì 9 febbraio commemorazione in Consiglio. Intervengono il giornalista Alberto Mattioli e Aldo Sisillo, direttore del Teatro Comunale che avrà la doppia intitolazione: Pavarotti e Freni

MODENA – Sarà dedicata alla commemorazione di Mirella Freni, con la proposta di intitolazione anche al grande soprano modenese del Teatro Comunale, oggi dedicato a Luciano Pavarotti, la seduta di martedì 9 febbraio, alle 18, del Consiglio comunale di Modena. È possibile seguirla in diretta streaming sul sito del Comune: (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

Convocata proprio a un anno dalla scomparsa dell’artista, alla seduta del Consiglio intervengono, oltre al sindaco Gian Carlo Muzzarelli e al presidente del Consiglio Fabio Poggi, il direttore del Teatro Aldo Sisillo e il giornalista Alberto Mattioli, modenese ed esperto del belcanto. Previsto anche un video con immagini storiche sulla vita e i successi di Mirella Freni scelte dai familiari, i quali saranno presenti nell’aula del Palazzo municipale. La seduta è convocata nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus.

Al termine del momento commemorativo i consiglieri voteranno l’ordine del giorno presentato nei giorni scorsi che, sostenuto dal sindaco Muzzarelli e sottoscritto da tutti i gruppi consiliari, propone di affiancare il nome di Mirella Freni a quello di Luciano Pavarotti nell’intitolazione del Teatro Comunale di Modena, da cui i due artisti hanno preso il volo verso il successo mondiale. “Un modo per accomunare nella storia della città – ha commentato il sindaco nei giorni scorsi – due artisti straordinari, uniti anche da un profondo legame di amicizia e da un autentico rapporto d’amore con Modena”.

Nella mozione si ricorda la biografia della cantante, dal debutto nella “Carmen” di Bizet, proprio al Comunale nel 1955, fino ai riconoscimenti nei più importanti teatri al mondo, per sottolineare come si sia dedicata poi all’insegnamento con generosità “mettendo a disposizione dei giovani talento ed esperienza” pure nell’ambito dell’attività formativa sviluppata nel progetto Modena città del Belcanto.

L’intitolazione del Comunale a Pavarotti e Freni tiene inoltre conto, per i gruppi consigliari, del “forte legame artistico e personale” tra i due cantanti, entrambi legatissimi a Modena a cui, con la loro ricchissima attività artistica, hanno dato prestigio portando orgogliosamente il nome della città nel mondo. Il documento ricorda anche alcuni dei riconoscimenti ufficiali attribuiti a Mirella Freni nel mondo: dalla Legion d’onore del presidente francese alle onorificenze dei governi d’Austria, di Germania e di Spagna, fino alle chiavi della città di New York e, nel 1990, al Cavalierato di Gran croce attribuitele dal presidente della Repubblica italiana.