Modena Park: alle 21 entrati tutti gli spettatori

84

Viabilità scorrevole per tutta la giornata, partite le attività per il deflusso. Circa 1100 assistiti dal 118 di cui 7 trasportati in ospedale. Effettuati sequestri di merce contraffatta

ModenaparkMODENA – Alle 21 di sabato 1 luglio tutti spettatori di Modena Park sono entrati nell’area del concerto al Parco Ferrari. La situazione della viabilità sia in ingresso che all’interno della città è stata scorrevole per tutta la giornata, così come è il passaggio degli spettatori in uscita dalla stazione ferroviaria.

Diversi dei parcheggi ufficiali sono giunti a completamento: San Cataldo, viale dell’Indipendenza, strada Collegarola, area Tre Olmi, zona Madonnina, via Argiolas, strada Barchetta, via delle Suore, strada Sant’Anna, via D’Avia Sud angolo strada Fonte S. Geminiano, Modena Fiere viale Virgilio, Palazzo dello Sport via dello Sport, piazza Manzoni via Fregni 86, Galilei.

Al Coc, Centro operativo comunale, sono in corso le attività previste durante il concerto e quelle propedeutiche alla gestione delle fasi di deflusso. Tutte le informazioni relative ai percorsi di uscita consigliati da ciascun parcheggio e dell’accesso canalizzato delle persone alla Stazione dei treni sono consultabili sul sito http://modenapark.comune.modena.it.

Il 118 comunica che alle ore 20 gli assistiti nell’area del concerto sono stati circa 1.100 con 7 persone trasportate in ospedale per accertamenti. Sono in corso i rifornimenti di acqua in tutta l’area concerto, nella zona disabili a cura della Protezione civile e del Comune di Modena, dopo alcune segnalazioni di difficoltà di rifornimento arrivate nel pomeriggio.

Proseguono i controlli della Polizia Municipale di Modena contro l’abusivismo e per verificare anche il rispetto delle ordinanze che vietano la vendita di alcolici, bottiglie di vetro e lattine. Altri due sequestri penali per merce contraffatta si aggiungono ai sei già effettuati, in particolare, magliette e fasce che riproducevano il merchandising ufficiale del concerto. In un caso è stato identificato il venditore che è stato denunciato, negli altri casi i responsabili si sono dati alla fuga abbandonando la merce. Sono inoltre stati effettuati tre sequestri amministrativi di biglietti posti in vendita in violazione dell’apposita ordinanza emanata dal sindaco. Nell’area limitrofa al concerto sono stati infine sequestrati bottiglie d’acqua, magliette non contraffatte e bottiglie in vetro di birra a venditori abusivi.