Modena, Paolo Belli: “Entusiasta di esserci”

62

“Dopo mesi di nuovo su un palco per portare serenità a tutta la gente della mia terra”

MODENA – “Quella del concerto dell’ultimo dell’anno al Teatro Pavarotti di Modena – afferma Paolo Belli – è stata una delle poche belle notizie che ho ricevuto quest’anno. Appena mi è stato proposto ho accettato con entusiasmo e metterò come sempre il massimo impegno per portare serenità a tutta la gente della mia terra. Sono felicissimo della partecipazione alla serata di amici e colleghi del calibro dei Nomadi, Andrea Barbi, Modena City Ramblers, Alberto Bertoli. Non vedo l’ora di festeggiare il Capodanno assieme a tutto il pubblico da casa, le autorità, ai miei musicisti, ai miei tecnici ed al mio gruppo di lavoro perché la musica, oltre al nostro mestiere, è anche e soprattutto la nostra vita. Dal palco del teatro interagiremo con chi ci seguirà da casa tramite le piattaforme social e web, perché vogliamo che questo Capodanno sia il Capodanno di tutti e desidero fortemente condividere con quante più persone possibile la gioia di salire di nuovo, dopo molti mesi, su un palco.”

Paolo Belli è un artista eclettico, un musicista e un cantante che ha lavorato in spazi aperti e teatri, e sa fronteggiare le telecamere, lo spettacolo in diretta e interagire con il pubblico anche con gli strumenti social. Nato a Formigine e residente a Carpi, è una delle espressioni artistiche del territorio modenese ed emiliano, a cui si rivolge la trasmissione del Capodanno di Modena in Tv. Le sue doti artistiche e umane hanno portato a individuarlo come protagonista ideale dello spettacolo di fine anno che il Covid-19 ha spostato dalla piazza alla televisione. Paolo Belli sarà accompagnato dalla sua Big Band di 12 elementi, un valore aggiunto non solo per le qualità dei musicisti e la ricchezza strumentale che apporteranno a ogni brano, ma anche perché in questi mesi abbiamo assistito giocoforza quasi sempre a esibizioni di formazioni ridotte.