Modena, nel fine settimana due giorni di festa tra live e incontri

Sabato 28 e domenica 29 settembre la “capitale del beat italiano” festeggia il suo rapporto felice con la musica. Protagoniste del concerto finale Cristina Donà e Ginevra di Marco

MODENA – Anteprima alla Tenda di viale Monte Kosica sabato 28 alle 21 con Lodo e Bebo de Lo Stato Sociale, e domenica 29 settembre due appuntamenti: la presentazione nel pomeriggio del libro “Note ribelli” (Artestampa) con Nara Gavioli ai cortili di Ago, per finire la sera alle 21 in piazza XX settembre con il live a ingresso libero di Ginevra di Marco e Cristina Donà. Partecipano le band giovani selezionate con il contest “Back to beat”.

“Modena 29 settembre” edizione 2019 fa un “doppio passo” e per il decimo anno consecutivo la città capitale del beat italiano celebra il suo rapporto felice con la musica con una festa lunga due giorni in cui il tema si sviluppa con maggiore orientamento ai giovani e al contemporaneo, in collaborazione col Centro Musica. Tutte le iniziative sono a ingresso libero. Organizza il Comune con Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e sostegno di BPER Banca e Conad

Il programma delle iniziative è stato presentato a Palazzo Comunale dall’assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi con Francesca Garagnani del Centro Musica e la partecipazione di Nara Gavioli della storica beat band femminile Le Scimmie, e di Giuseppe Ferrnadina, vicedirettore di Sede Modena di BPER Banca.

Il programma: sabato 28 settembre alle 21 alla Tenda di viale Monte Kosica angolo viale Molza, anteprima con Lodo Guenzi e Bebo Guidetti (dello “Stato Sociale”) in un reading – spettacolo con live in acustico intitolato “Tondelli vs Calvino – Libertini invisibili”. Aprono i “Perseca”, selezionati con “Back to beat”.

Domenica 29 settembre nei cortili di Ago in largo S. Agostino, Nara Gavioli alle 18 presenta il suo libro “Note ribelli, in viaggio con le Scimmie dall’Emilia beat al rock progressivo” (Artestampa 2019). In caso di pioggia l’iniziativa si svolge in sala ex Oratorio, a Palazzo dei Musei.

Il concerto di domenica 29 settembre si svolge alle 21 in piazza XX settembre. Sul palco della piazza nel cuore storico cittadino, a due passi da piazza Grande, salgono Cristina Donà e Ginevra Di Marco, ribattezzate “signore della musica indipendente”, in concerto live con ”Il primo tour insieme”. Prima delle due artiste, l’apertura sarà affidata ai “Fuximile” e ai “Le Zampe di Zoe”, selezionati con “Back to beat”. In caso di pioggia il concerto si svolgerà al Teatro Storchi.

Per le norme di sicurezza l’accesso all’area transennata per il concerto avrà una capienza di 600 posti e si potrà accedervi dalle ore 19. Saranno in funzione controlli agli accessi per il rispetto del divieto di introdurre vetro e oggetti pericolosi (aste per selfie, ombrelli, spray, petardi e altri). Nell’area di piazza XX settembre, ai pubblici esercizi, agli esercizi commerciali e ai circoli sarà vietato vendere o somministrare (tranne che per somministrazione al tavolo insieme al pasto) o cedere gratis per asporto ogni genere di bevande in contenitori di vetro o lattine. Già da sabato 28 settembre saranno rimossi dalla piazza i portabiciclette e i bidoni dei rifiuti di Hera.

Così, con un’attenzione particolare ai più giovani, per il decimo anno consecutivo la città celebrerà la propria storia di capitale del beat italiano, che ha visto nascere e crescere artisti come I Nomadi, Equipe 84 (interpreti proprio del brano “29 Settembre”), Francesco Guccini, Pierangelo Bertoli e tanti altri.

Informazioni online (www.comune.modena.it o www.musicplus.it).