Modena, il tema “Nazione” nel film tra identità e alterità

Quinta edizione della rassegna cinematografica patrocinata dall’Università

MODENA – Torna alla Tenda, alla sua quinta edizione, la rassegna cinematografica “Identità e Alterità”, curata da Leonardo Gandini e Chiara Strozzi, rispettivamente docente di Storia e di Estetica del Cinema e professore associato di Economia Politica a UniMoRe.

Al centro del ciclo di quest’anno c’è il tema “Nazione”, che chiama in causa film nei quali l’identità individuale si relaziona in modo controverso a quella nazionale, obbligando i personaggi a interrogarsi sulla natura problematica dell’appartenenza a una vasta comunità di persone che condividono luoghi e linguaggio.

La rassegna prende il via giovedì 10 ottobre alle 21 con “No. I giorni dell’arcobaleno” (Pablo Larraín, 2012), che affronta il periodo del referendum presidenziale nei confronti di Pinochet, una delle svolte nodali della storia cilena. Seconda pellicola in programma, mercoledì 6 novembre alle 21, sarà “Cold War” (Pawel Pawlikowski, 2018), storia di un amore reso divenuto impossibile quando uno dei due protagonisti decide di attraversare la cortina di ferro e fuggire a Parigi. Giovedì 12 dicembre alle 21 si proietta, invece, “L’ora più buia” (Joe Wright, 2017), pellicola resa celebre dalla magistrale interpretazione di Gary Oldman nei panni di Winston Churchill, che si ritrova a prendere in mano le sorti della Gran Bretagna all’inizio della Seconda Guerra Mondiale.

Ogni film della rassegna è introdotto da un relatore che, in presentazione, lo legge alla luce del tema generale del rapporto tra identità e alterità, della contrapposizione tra il proprio io e l’altro, il mondo esterno, tutto ciò che non rientra nei propri confini e nel proprio ambito esistenziale, sociale e culturale.

A introdurre i primi tre appuntamenti saranno rispettivamente Linda Magnoni (critica cinematografica, Cineforumweb), Carlotta Po (critica cinematografica, Cineforumweb) e Alberto Morsiani (critico e saggista cinematografico).

Tutti gli appuntamenti di ”Identità e Alterità” sono a ingresso libero e gratuito.