Modena, Gusti.a.Mo19 dall’11 al 13 ottobre la quarta edizione

Presentata la manifestazione organizzata da Piacere Modena, che cambia location ma non la formula: cibo e musica in primo piano

MODENA – E’ dedicata alla musicalità del cibo Gusti.a.Mo19, la quarta edizione della manifestazione organizzata da Piacere Modena con il patrocinio del Comune e della Provincia di Modena, della Camera di Commercio di Modena e della Regione Emilia Romagna, che si terrà dall’11 al 13 ottobre e che è stata presentata questa mattina nella Sala di Rappresentanza del Comune di Modena. Ad intervenire, il Presidente di Piacere Modena Pierluigi Sciolette, insieme all’Assessore alle Attività Produttive, Turismo e Promozione della Città Ludovica Carla Ferrari, all’Assessore al Centro Storico del Comune di Modena Andrea Bosi, al Presidente della CCIAA di Modena Giuseppe Molinari e al docente di Musica Scuola Media G. Carducci di Modena Fabio Vetro, che ha presentato il progetto “I suoni del cibo” realizzato dagli studenti della medesima scuola.

Nel presentare la nuova edizione di Gusti.a.Mo19, il Presidente di Piacere Modena Pierluigi Sciolette è tornato a sottolineare l’importanza dell’attivazione di un Distretto del Cibo in ambito modenese, per la rilevanza strategica che esso potrebbe rivestire a livello economico, culturale ed ambientale. “La sua realizzazione – ha spiegato – rappresenterebbe un beneficio non solo per lo specifico territorio ma per l’intera regione se non addirittura per il Paese. Esso corrisponderebbe al formalizzare l’ampia esperienza fin qui strutturata e valorizzerebbe quanto già fatto in termini organizzativi dai diversi soggetti – tra cui la stessa Piacere Modena – che si sono impegnati a vari livelli ad esaltare le produzioni locali. Un insieme di elementi – ha aggiunto – che permette di inquadrare il territorio modenese come un laboratorio di sperimentazione di modalità di valorizzazione innovative ma imprescindibilmente ancorate al territorio nelle sue diverse componenti, ambientali, storiche, culturali ed economiche”.

Anche quest’anno ad aderire al progetto Gusti.a.Mo19, che prevede degustazioni e visite guidate nei luoghi di produzione, saranno tutti i principali consorzi rappresentativi di prodotti tipici del territorio: il Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, il Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano DOP, il Consorzio del Prosciutto di Modena DOP, il Consorzio Tutela del Lambrusco di Modena DOP, il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi DOP, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP, il Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP, il Consorzio Ciliegia di Vignola IGP, il Consorzio Produttori Amarene Brusche di Modena, Modena a Tavola Consorzio di Ristoranti, Modenatur Incoming Tour operator & DMC e Tradizione e Sapori di Modena.

Tuttavia, le visite guidate agli impianti aperti in via del tutto eccezionale, saranno solo una parte delle attività previste per il fine settimana che dall’11 al 13 ottobre coinvolgerà tutta la città ed anche oltre. Il programma del weekend infatti, prevede anche un chiaro omaggio alla forte impronta della città nel mondo della lirica, data dal grande tenore Luciano Pavarotti e dalle due soprano Raina Kabaivanska e Mirella Freni. In concomitanza infatti con l’anniversario della nascita del Maestro, avvenuta il 12 ottobre 1935, partirà infatti la programmazione lirica del Teatro Comunale di Modena, dove l’11 ottobre, e replica il 13, sarà rappresentata La Boheme, la prima opera interpretata dal celebre tenore, mentre sabato 12 ottobre è previsto un concerto interamente dedicato ai giovani talenti. Sarà un’anteprima del progetto di Modena Città del Belcanto, che prevede la rappresentazione delle più importanti opere liriche interpretate dal tenore in ordine di debutto.

Ad aprire il fine settimana dedicato alle eccellenze modenesi – enogastronomiche e musicali – sarà il tradizionale talk show inaugurale, quest’anno ospitato nelle prestigiose sale dell’Accademia Militare di Modena all’interno del Palazzo Ducale. Il filo conduttore dell’incontro, che avrà come titolo proprio “I suoni del cibo”, sarà appunto il rapporto tra cibo e musica e si aprirà con una esibizione degli alunni delle scuole medie G.Carducci.
Protagonisti del talk show, condotto dal giornalista Leo Turrini, saranno Fede & Tinto di Radio Due Decanter, il Prof. Vincenzo Russo di Psicologia dei Consumi e Neuromarketing alla IULM di Milano, il Prof. Fabio Vetro e Cesare Clò del ristorante di PavarottiEuropa92. Le conclusioni saranno affidate all’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna Simona Caselli.

La giornata di sabato 12 ottobre sarà invece dedicata alle attività di gusto e arte che coinvolgeranno bambini e famiglie. Tale piazza del gusto quest’anno cambia location e si trasferisce in Piazza Roma, dove si terranno laboratori, teatri a tema, degustazioni teatralizzate, show cooking, dimostrazioni di sfogline e tortellini della San Nicola, oltre all’immancabile aperitivo in musica con i panini di Daniele Reponi ed i cocktail a base di Lambrusco e Aceto Balsamico di Modena IGP. Domenica 13 ottobre infine, la giornata in cui le attività produttive del comparto agroalimentare del territorio provinciale di Modena saranno aperte in via straordinaria al pubblico, per visite guidate e degustazioni nei luoghi di produzione.
Sono inoltre confermati anche quest’anno i Percorsi del Gusto in collaborazione con i ristoranti aderenti al Consorzio Modena a Tavola ed i pacchetti turistici di Modenatur ispirati al “weekend del gusto” nonché al tema conduttore di Gusti.a.Mo19.