Modena, deposte corone nei luoghi della memoria

29

Il sindaco Muzzarelli e il presidente del Consiglio comunale Poggi al cimitero di San Cataldo, al Sacrario della Ghirlandina, al Palazzo comunale e all’Università

MODENA – Quattro deposizioni di corone di fiori hanno aperto le celebrazioni per il 75° anniversario della Liberazione della città dal nazifascismo, che ricorre oggi, 22 aprile. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e il presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi hanno partecipato alle cerimonie nei luoghi della memoria, organizzate nel rispetto delle prescrizioni sul contenimento dell’emergenza sanitaria.

Il programma delle commemorazioni è iniziato alle 9.30 con la deposizione di una corona di fiori al Famedio del cimitero di San Cataldo. Quindi alle 10 il sindaco e il presidente del Consiglio comunale si sono spostati come, da tradizione, al Sacrario della Ghirlandina di piazza Torre e nell’adiacente lapide a ricordo degli ex internati militari. Il percorso è proseguito alle 10.15 alla lapide della Medaglia d’oro alla Città di Modena, sullo scalone del Palazzo comunale in piazza Grande. Infine alle 10.30 è stata deposta una corona alla lapide in ricordo di Mario Allegretti, Medaglia d’oro al valor militare, nell’atrio dell’Ateneo in via Università alla presenza anche del rettore di Unimore, Carlo Adolfo Porro.

Ai momenti ufficiali hanno fatto seguito i rintocchi della campana civica, posizionata sulla torre dell’orologio del municipio, che è stata suonata per sottolineare la ricorrenza del 75° anniversario della Liberazione della città.

Le celebrazioni, che proseguono fino al 2 maggio, prevedono nel pomeriggio una seduta del Consiglio comunale dedicata, nella quale interverrà in video-conferenza il presidente emerito dell’Anpi nazionale, Carlo Smuraglia. L’assemblea si potrà seguire in streaming nell’apposita sezione del sito istituzionale del Comune (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).