Modena da scoprire, itinerari in centro a spasso nella storia

41

“Sui luoghi modenesi di Lodovico Antonio Muratori” e “Dove abitavano i Signori”. Da sabato 3 ottobre alle 15.30 tornano i percorsi guidati in sicurezza. Prenotazione obbligatoria

MODENA – Fanno scoprire sia a modenesi sia a turisti angoli di storia: consentono di visitare luoghi legati alla vita di Lodovico Antonio Muratori, o portano ad ammirare palazzi e sontuose dimore di personaggi legati alla corte estense.

Tornano gli Itinerari tematici guidati, ideati dal Servizio comunale Promozione della città e turismo in collaborazione con l’Accademia di Scienze Lettere e Arti di Modena e la Confraternita di S. Sebastiano. A ModenaTur è affidata l’organizzazione tecnica degli Itinerari, condotti da guide turistiche delle associazioni Arianna e Gaiam.

Gli itinerari si svolgono all’aperto, nel centro storico di Modena, entrando soltanto in due edifici che per l’ampiezza garantiscono l’ascolto in sicurezza della narrazione guidata nel rispetto del distanziamento richiesto per legge.

Ogni itinerario costa 10 euro a persona e si partecipa esclusivamente su prenotazione: on line (www.visitmodena.it), inviando una mail (info@visitmodena.it) o telefonando allo Iat (Ufficio informazioni e Accoglienza Turistica) di piazza Grande 14 al numero 059 2032660.

Ogni itinerario dura 1 ora e mezza (dalle 15.30 alle 17) e si effettua con minimo nove e massimo 12 iscritti. Si svolge sempre di sabato a partire dal 3 ottobre con ritrovo allo Iat di piazza Grande sotto il portico di Palazzo Comunale. Il calendario delle due tipologie di itinerari e visite prevede che il percorso “Sui luoghi modenesi di Lodovico Antonio Muratori” si svolga il 3 ottobre e il 21 novembre, mentre “Dove abitavano i Signori” si svolgerà il 17 e il 31 ottobre e il 5 dicembre.

“Sui luoghi modenesi di Lodovico Antonio Muratori” prevede come inizio itinerario uno sguardo dall’esterno, in passeggiata su via Lanfranco e corso Duomo, al Palazzo Arcivescovile e altri edifici medievali; poi via Sant’Eufemia, passando (sempre all’esterno) dall’antico monastero e chiesa di Sant’Eufemia; quindi via Malatesta, per raggiungere largo Muratori dove c’è la scultura di Adeodato Malatesta che raffigura il Muratori. Raggiunta da lì la vicina piazza della Pomposa, si termina il percorso scoprendo da fuori la casa e il giardino dove visse Muratori, per concludere con la visita all’esterno e all’interno della Chiesa di Santa Maria della Pomposa.

L’altro itinerario proposto, “Dove abitavano i Signori”, attraversa piazza Torre con osservazione esterna di Palazzo Sadoleto, prosegue su via Torre soffermandosi sempre da fuori sui palazzi della strada, e passa su via Fonte d’Abisso ricordando i canali di Modena per arrivare al monumento della Fonte d’Abisso di Cesare Costa in piazza Roma. Da qui, fiancheggiando Palazzo Ducale lungo via Tre Febbraio ci si avvia lungo corso Cavour (Addizione Erculea e Palazzo Salimbeni) per arrivare in corso Vittorio Emanuele II, dove si ricorderà il canale Naviglio con la Darsena. Sul viale, infine, si visiteranno Palazzo Coccapani Rango d’Aragona (fuori e dentro l’atrio e lo scalone).

Informazioni: Iat, Ufficio informazioni e accoglienza turistica, piazza Grande 14, tel. 059 2032660, (www.visitmodena.it – e-mail info@visitmodena.it).