“M’illumino di meno” e di verde con nuovi alberi a Modena

19

Venerdì 6 marzo Ghirlandina spenta dalle 18. Il Comune aderisce alla campagna per il risparmio energetico di Caterpillar con 18 piante collocate al Canile intercomunale

MODENA – Ghirlandina a luci spente venerdì 6 marzo per “M’illumino di meno”, la campagna per il risparmio energetico promossa dallo storico programma di Rai Radio2 Caterpillar che quest’anno si illumina anche di verde invitando cittadini e amministrazioni a piantare alberi e piantine come strumenti di mitigazione e contributo per invertire il cambiamento climatico.

Il Comune di Modena ha risposto all’invito non solo spegnendo le luci della Torre civica venerdì 6 marzo, dalle 18 alle 19, ma anche piantumando 18 nuovi alberi che entrano a far parte del filare simbolico di 500 mila nuove piante, obiettivo della campagna, che idealmente attraversa l’Italia intera da nord a sud. Gli alberi piantumati a Modena sono Celtis australis (bagolari), alcuni dei quali molto grandi, e sono stati piantati nei giorni scorsi nell’area del Canile intercomunale per contrastare la forte esposizione al sole di alcune zone di pertinenza della struttura.

Lo spegnimento della Ghirlandina di venerdì 6 marzo sarà annunciato e spiegato anche con un manifesto esposto nei pressi della Torre civica che ricorderà la campagna di “M’illumino di meno” e il tema degli alberi al quale è dedicata questa 16ª edizione. Non saranno, invece, effettuati i laboratori e le attività a tema progettati dal Musa, il Multicentro salute e ambiente del Comune di Modena, in applicazione delle prescrizioni per contrastare la trasmissione del coronavirus.

“M’illumino di meno” è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, lanciata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per chiedere alle persone di spegnere le luci non indispensabili e ripensare i consumi. Da allora il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine a incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Ma spegnere le luci e, quest’anno, piantare alberi ma anche solo una piantina da mettere sul davanzale resta un’iniziativa concreta, non solo simbolica, e molto partecipata.