Mercato settimanale del venerdì in centro storico: confermate le ulteriori modifiche alla circolazione per consentire la nuova disposizione dei banchi

20

Ancora in vigore le integrazioni ai provvedimenti di viabilità per consentire la nuova disposizione dei banchi

FERRARA – Resteranno validi anche per i prossimi venerdì i provvedimenti di viabilità adottati dal Comune di Ferrara per consentire lo svolgimento del mercato settimanale in centro storico con la nuova disposizione dei banchi prevista per garantire il rispetto delle norme igienico sanitarie e di distanziamento sociale. I provvedimenti, inizialmente previsti per il periodo dal 22 maggio al 31 luglio 2020, si aggiungono a quelli normalmente in vigore per il mercato del venerdì.

Fino al permanere, dunque, delle esigenze legate all’emergenza epidemiologica, come già nelle scorse settimane, ogni venerdì dalle 6 alle 15.30, sarà revocata l’area pedonale urbana di piazza Trento e Trieste (ammessi i soli operatori commerciali titolari di posteggio, con conseguente abbassamento dei fittoni mobili); mentre in corso Martiri della Libertà, nel tratto da via Cairoli all’intersezione con corso Giovecca, saranno in vigore il divieto di fermata e di circolazione, ammessi autorizzati e operatori commerciali del mercato. Inoltre, in piazza Travaglio, nel tratto normalmente riservato alla sosta di motoveicoli, prospiciente corso Porta Reno, saranno vietate la circolazione e la fermata.

Saranno ammessi alla circolazione all’interno dell’area di mercato esclusivamente i veicoli degli operatori su area pubblica assegnatari dei posteggi necessari allo svolgimento della loro attività e i veicoli dei residenti con possibilità di ricovero in area privata fuori dalla sede stradale. Il transito veicolare nell’area di mercato potrà essere comunque consentito solo in funzione e compatibilmente allo svolgimento dello stesso, a condizione che sia assicurata e salvaguardata la sicurezza e l’incolumità pubblica.

Nelle strade oggetto del provvedimento sono sempre ammessi i veicoli di soccorso e di polizia.

La circolazione degli autorizzati all’interno dell’area interessata dai provvedimenti dovrà avvenire esclusivamente a passo d’uomo.