Memorial Florestano Vancini: al Boldini i film del regista che ha anche ispirato Tarantino

Martedì 13 e martedì 20 novembre alle 10 per le scuole e alle 20.30 per tutti con ingresso libero (via Previati)

FERRARA – È stato presentato lunedì 5 novembre 2018 nella residenza municipale l’evento organizzato in memoria di Florestano Vancini, in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa con il patrocinio del Comune di Ferrara. Il memorial, a cura della Ferrara Film Commission, consisterà nella proiezione di tre film del regista e sceneggiatore ferrarese al cinema Boldini (via Previati 18, Ferrara). Grazie al contributo dell’assessorato alla Cultura e ai Giovani del Comune di Ferrara è stato ristampato il fascicolo dedicato a “La Ferrara di Florestano Vancini” che sarà a disposizione degli interessati, scritto e aggiornato dal critico Paolo Micalizzi.

Due mattinate sono state organizzate per le scuole per dare l’opportunità ai ragazzi di conoscere film che hanno fatto la storia del cinema e che, in particolare nel caso del western all’italiana “I lunghi giorni della vendetta”, è diventato punto di riferimento per registi internazionali ed ha ispirato come Quentin Tarantino per il suo “Kill Bill”. Il programma per le scuole prevede martedì 13 novembre 2018 alle 10 (ingresso ore 9.30) la proiezione di “La neve nel bicchiere” (1984) girato nelle valli di Argenta e dedicato alla storia di diverse generazioni di contadini, mentre martedì 20 novembre alle 10 ci sarà il film western all’italiana “I lunghi giorni della vendetta” (1967) ispiratore di “Kill Bill” di Tarantino, che ha utilizzato anche un tema di della sua colonna sonora composta all’epoca da Armando Travaioli.

Altre due proiezioni sono in programma in orario serale aperte a tutti con ingresso libero: martedì 13 novembre alle 20.30 sarà la volta di “Amore amaro” (1974) con una breve presentazione iniziale in collegamento telefonico con l’attrice protagonista Lina Gastoni e la presenza della figlia del regista Gloria Vancini e martedì 20 novembre alle 20.30 di nuovo “La neve nel bicchiere” (1984) con la presenza dell’attrice protagonista Anna Teresa Rossini e della figlia del regista Gloria Vancini.

Alla presentazione in Municipio sono intervenuti l’assessore alla Cultura e vicesindaco Massimo Maisto, il presidente operativo di Ferrara Film Commission Alberto Squarcia, il presidente onorario di Ferrara Film Commission Paolo Micalizzi e rappresentanti dello staff di Ferrara Film Commission Maurizia Farinelli, Margherita Pasetti, Federica Tarroni, Caterina Trivigno.

LA SCHEDA a cura di Ferrara Film Commission Martedì 13 e martedì 20 novembre 2018 la Ferrara Film Commission – con il patrocinio del Comune di Ferrara e il supporto organizzativo dell’Hotel Torre della Vittoria di Ferrara – dedicherà, presso la Sala Boldini, quattro proiezioni (due mattutine e due serali) di pellicole del regista e sceneggiatore ferrarese Florestano Vancini, nel decennale della sua scomparsa. Le proiezioni mattutine, con ingresso gratuito, saranno riservate agli studenti delle scuole ferraresi di primo e secondo grado, mentre quelle serali, con ingresso a offerta libera, saranno aperte a tutti. Il ricavato sarà utilizzato per le attività dell’Associazione. Gli appuntamenti dedicati alle scuole inizieranno alle 10 (con entrata in sala alle 9.30) e vedranno protagonisti: martedì 13 novembre, il film “La neve nel bicchiere” e martedì 20 novembre il film “I lunghi giorni della vendetta”. Le aperture serali inizieranno alle 20.30 e avranno a oggetto, il 13 novembre, “Amore amaro” e, il 20 novembre, “La neve nel bicchiere”.
Un breve accenno alle trame delle pellicole presentate:
“La neve nel bicchiere” (1984) – girato per buona parte in territorio ferrarese, nel Comune di Argenta – tratto dall’omonimo romanzo di Nerino Rossi, racconta la storia di una famiglia emiliano-romagnola dagli ultimi anni del 1800 fino al 1927, attraverso trent’anni di lotte e mutamenti sociali in Italia. Durata 144′;
“I lunghi giorni della vendetta” (1967) – considerato da Quentin Tarantino il miglior ‘spaghetti-western’ di sempre, tanto da inserire un tema della colonna sonora nel suo “Kill Bill vol. II” – descrive la vendetta metodica di Ted, evaso dalla prigione dopo essere stato ingiustamente condannato per l’omicidio del padre. Durata 123′;
“Amore amaro” (1974) – ambientato nella Ferrara degli anni ’30 – narra la storia di un amore impossibile tra un giovane studente antifascista e una trentacinquenne vedova e con un figlio. Lisa Gastoni si aggiudicò il Nastro d’Argento come migliore attrice protagonista. Durata 106′. Le proiezioni saranno introdotte da Paolo Micalizzi, giornalista, critico cinematografico e storico del cinema, presidente onorario della Ferrara Film Commission, e da Alberto Squarcia, presidente della Ferrara Film Commission e promotore – con Studio Archeo900 – di numerosi eventi artistico-culturali a livello internazionale.

(Nella foto la presentazione del Memorial Florestano Vancini in Municipio: da sinistra Margherita Pasetti, Caterina Trivigno, Maurizia Farinelli, Alberto Squarcia, Federica Tarroni, l’assessore e vicesindaco Massimo Maisto, Paolo Micalizzi)