Massimo Bottura dà il via ad Al Meni

25

RIMINI – Inaugurata al centro di una piazza dei sogni avvolta dalle atmosfere circensi, la kermesse enogastronomica ‘Al Meni’. Lo chef stellato Massimo Bottura insieme al Sindaco Andrea Gnassi ha dato il via al circo mercato dei sapori all’interno della grande panca circolare in piazza Malatesta, a ricordare la grande pista circense, dorata, illuminata, che, come nel festoso girotondo finale di 8 ½, vuole essere un inno alla vita. In questo girotondo immaginifico, lo chef ambasciatore della cucina italiana nel mondo, Massimo Bottura e il Sindaco Andrea Gnassi hanno dato simbolicamente il via agli showcooking.

“Mi fa un certo effetto essere quaha detto il Sindaco Andrea Gnassi. La città non è arrivata ma è in cammino e Al Meni è un sogno che abbiamo fatto in questi anni con Massimo Bottura e con tutti i suoi ragazzi venuti da ogni parte del mondo, che oggi atterra in questa piazza dei sogni dove presto inaugureremo il Museo dedicato a Fellini. Al Meni vuol dire le mani, quelle di cuochi sognatori, grandi chef che diventano cuochi di strada che, partendo dalla biodiversità e dalla materia prima dei nostri pazzeschi artigiani, allevatori, pescatori, casari, contadini, la trasformano e viaggiano nel mondo”.

Poi il sindaco di Rimini, il cui mandato scade tra pochi mesi, ha incassato anche gli elogi di Massimo Bottura. “Rimini ti deve molto – ha detto Bottura – perché hai avuto una visione, ti sei preso i tuoi rischi. Anche in un momento così buio qualcuno decide di correre dei rischi. Bisogna guardare il passato in chiave critica e mai nostalgica per portare il meglio del passato nel futuro”.

Il programma di domenica 8 agosto

dalle ore 10 a sera

Piazza Cavour

IL MERCATO DI AL MENI

Un mercato di eccellenza che racconta gli straordinari prodotti emiliano romagnoli. I produttori protagonisti propongono un viaggio che porta a sognare attraverso i loro racconti e raccolti. Persone che con il loro lavoro fanno cultura, tenendoci sempre connessi alla tradizione e alle nostre radici, lasciando spazio alle nuove conoscenze. Al mercato incontreremo i produttori di Parmigiano Reggiano di vacche bianche, la coppa e i salumi piacentini, insieme ai produttori di miele, più prezioso che mai, oltre a frutta e verdura. E ancora gli innovativi fermentatori dell’aglio nero, i produttori del peperoncino romagnolo e i grani antichi della Valmarecchia. Uno spazio di preminenza è dedicato ai produttori dei Presidi Slow Food. Un’occasione unica, che è ormai un appuntamento annuale, per arricchirsi attraverso lo scambio culturale con i produttori e l’acquisto dei loro straordinari prodotti. La selezione è curata da CheftoChef Emiliaromagnacuochi, in collaborazione con Slow Food Emila-Romagna.

dalle ore 10 a sera

Piazza Cavour

SPECIALE MATRIOSKA

Il labstore itinerante dell’artigianato, del design e delle buone idee. Uno spazio espositivo poliedrico che racchiude creatività, arte e ricerca, contraddistinte dal marchio FATTO A MANO. I manu-fatturieri di Matrioska portano ad Al Mèni illustrazioni, ceramiche, abbigliamento, accessori, arredi: tutto ciò che unisce innovazione, manualità e amore per il fare.

ore 10

piazza Cavour – Vecchia Pescheria

LA SPESA RAGIONATA AL MERCATO DEI PRODUTTORI E DEGLI ARTIGIANI DI AL MENI COL PERSONAL SHOPPER SLOW FOOD

I personal shopper di Slow Food accompagnano alla scoperta dei prodotti del mercato di Al Meni e in particolare dei Presìdi Slow Food presenti.

Percorsi per gruppi di massimo 15 persone. La partecipazione a tutte le iniziative proposte da Slow Food Emilia-Romagna è gratuita fino a esaurimento posti prenotando via Whatsapp al 339 6533090.

Ore 11

Piazza Cavour -Vecchia Pescheria

IL CIBO RITROVATO NEL TEMPO SOSPESO: CONVERSAZIONI

#freeAdriatico

Ci sono cuochi che durante il periodo di fermo a intermittenza hanno cominciato… a fare i ritratti ai pesci. Il loro obiettivo era renderli riconoscibili, soprattutto quelli meno noti e che nessuno chiede mai in pescheria e hanno cominciato a costruire una rete dei cuochi dell’Adriatico che fanno la loro parte per difenderlo e preservarlo.

Ne parlano

Mariano Guardianelli, chef ideatore e curatore del progetto Hadria37;

Alice Pari, Fondazione cetacea di Riccione

Valentina Tepedino, medico veterinario specializzata nel settore ittico;

intervistati dalla giornalista Laura Giorgi.

La partecipazione a tutte le iniziative proposte da Slow Food Emilia-Romagna è gratuita fino a esaurimento posti prenotando via Whatsapp al 339 6533090

dalle ore 12.30 a sera

Piazza Cavour e piazza Malatesta

LO STREET FOOD DI AL MENI

Anche lo street food d’eccellenza ha i suoi spazi ad Al Meni che rappresentano le varie specialità del “cibo di strada”: dalla piada alla birra sino ai panini gourmet. Ad accomunarli, la qualità garantita dalle eccellenze del territorio, con Chef stellati come Silver Succi, patron del ristorante Quartopiano, impegnato nel rendere gourmet lo street food. Cuori Ebbri, il “collettivo” formato da esperienze tutte riminesi: “Da Lucio – Trattoria”; “Nécessaire – Cocktail bistrot” e “Fermènta Enoteca”, che porteranno una personale interpretazione di “cibo di strada – appetizer” accompagnati da preparati a base di Gin. Immancabile la regina di Romagna, la piada, stesa dalle mani esperte della Lella, una istituzione per i cultori del piatto più riminese che ci sia. La bionda, la scura o la rossa di Amarcord, la birreria artigianale che usa malto d’orzo italiano e “know how” riminese. Via Saffi 32 – La Sangiovesa, oltre il semplice street food, un manifesto delle eccellenze locali che cura il prodotto dalla terra sino al cartoccio da street food.

dalle ore 12.30 a sera

Piazza Cavour

LO STREET FOOD DEI PESCATORI

AMICI DI ‘RIMINI PER TUTTI’

Anche i pescatori riminesi saranno protagonisti in piazza Cavour con i loro piatti a base di fritto di pesce, spiedini di gamberi e calamari, sardoncini, radicchio, cipolla, i risotti preparati come da tradizione marinaresca e l’immancabile piada nella postazione targata ‘Rimini per tutti”.

ore 13 circa

piazza Cavour -Vecchia Pescheria

IL VINO RITROVATO: RACCONTO E ASSAGGIO DELLA REBOLA RIMINESE

Racconto e assaggio con:

Alex Fulvi, Tenuta Saiano e le sue Rebole in versione tradizionale e in anfora;

Sandro Santini, presidente della Strada dei Vini e dei Sapori Colli di Rimini e coordinatore “Rimini Rebola”.

La partecipazione a tutte le iniziative proposte da Slow Food Emilia-Romagna è gratuita fino a esaurimento posti prenotando via Whatsapp al 339 6533090.

Ore 17

piazza Cavour – Vecchia Pescheria

LA SPESA RAGIONATA AL MERCATO DEI PRODUTTORI E DEGLI ARTIGIANI DI AL MENI COL PERSONAL SHOPPER SLOW FOOD

I personal shopper di Slow Food accompagnano alla scoperta dei prodotti del Mercato di Al Meni e in particolare dei Presìdi Slow Food presenti.

Percorsi per gruppi di massimo 15 persone. La partecipazione a tutte le iniziative proposte da Slow Food Emilia-Romagna è gratuita fino a esaurimento posti prenotando via Whatsapp al 339 6533090

Dalle ore 17 alle ore 18

piazza Cavour – Vecchia Pescheria

IL CIBO RITROVATO NEL TEMPO SOSPESO: LABORATORI SLOW FOOD

GOCCIA A GOCCIA

Storie dedicate al mare attraverso i racconti di etnie minori che sono state custodi del grande blu. Cambuse, pirati, bastimenti e sirene per cucinare le meduse, anguille e garum e liberarci dalle plastiche.

A cura dei formatori Slow Food Micaela Mazzoli e Matteo Monti.

La partecipazione a tutte le iniziative proposte da Slow Food Emilia-Romagna è gratuita fino a esaurimento posti prenotando via Whatsapp al 339 6533090.

dalle 17.30 alle 21.30

Ristorante Augusta, via Agostino Di Duccio 30, nello spazio esterno al ristorante

“Purazi…Doni! Vongole…donne!”

Era questo il grido delle donne che un tempo vendevano le vongole di strada in strada, in cassette o sacchi di juta caricati sulle biciclette. Era considerato il mangiare dei poveri e da qui il nome, che in dialetto è tanto poetico quanto malinconico “al puràzi”. Lo Chef Gian Paolo Raschi proporrà davanti al ristorante Augusta due interpretazioni di due ricette tratte dal libro “Purazi Doni” edito da Panozzo Editore: i “Quadretti con le vongole” e la “Polenta con sugo rosso di vongole”.

Dalle ore 18.30

Arena Francesca da Rimini

Tempi di Recupero

La cucina circolare e l’uso integrale dei prodotti: una strada da cui non tornare indietro!

Carlo Catani, presidente e ideatore dell’associazione culturale Tempi di Recupero, affronterà un viaggio nella cucina circolare e nell’uso integrale dei prodotti raccontati insieme ad un innovativo interprete del recupero ittico, lo chef Jacopo Ticchi, della Trattoria Da Lucio di Rimini.

Il recupero e l’antispreco sono pratiche sempre più diffuse e condivise che nascono dalla nostra cultura e dalle nostre radici, con in più nuove conoscenze e l’intersecarsi con pratiche lontane anche geograficamente. In questi incontri Carlo Catani, presidente e ideatore dell’associazione culturale Tempi di Recupero, sarà accompagnato da interpreti innovativi della cultura e della cucina. Seguirà un piccolo assaggio di prodotti del recupero.

La partecipazione è gratuita, fino a esaurimento posti, prenotando via Whatsapp al  347 3545674 (informazioni: info@tempidirecupero.it)

Dalle ore 18.30 alle ore 19.30

piazza Cavour – Vecchia Pescheria

IL CIBO RITROVATO NEL TEMPO SOSPESO: LABORATORI SLOW FOOD

FERMENTI

La salute in un barattolo e la felicità negli enzimi. Ecco le nuove e antiche ricette per autoprodurre prebiotici e probiotici con i vegetali di stagione.

a cura dei formatori Slow Food Micaela Mazzoli e Matteo Monti.

La partecipazione a tutte le iniziative proposte da Slow Food Emilia-Romagna è gratuita fino a esaurimento posti prenotando via Whatsapp al 339 6533090.

SHOW COOKING

Chef  • CIRCO 8 e ½ piazza Malatesta

19.00 – 20.00 Takahiko Kondo (Osteria Francescana, Modena)

20.00 – 21.00 Simone Salvini (Chef televisivo e consulente)

21.00 – 22.00 Matteo Zonarelli (Osteria Francescana)

22.00 – 23.00 Davide di Fabio (Dalla Gioconda)

chef • Arena Francesca da Rimini

19.00 – 20.00 Massimiliano Poggi (Massimiliano Poggi in Cucina, Bologna)                                                         and Riccardo Agostini (Il Piastrino)

20.00 – 21.00 Anne Legrand and Clio Modaffari (L’innocence, Parigi)

21.00 – 22.00 Giovanna Guidetti (La Fefa, Finale Emilia)

22.00 – 23.00 Athos Migliari (La Chiocciola, Portomaggiore)