Marco Dall’Olio, nuovo Coordinatore Regionale del PDF Emilia Romagna

173
Mario Adinolfi e Marco Dall’Olio

BOLOGNA – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Nicola Di Matteo Coordinatore nazionale del PdF:

“Il Popolo della Famiglia si riorganizza anche in Emilia-Romagna, per migliorare il radicamento sul territorio e prepararsi per tempo alla sfida delle ormai vicine amministrative 2022, in ben 20 comuni emiliano-romagnoli. Nominata la nuova squadra regionale, che va ad impegnarsi nella costruzione dell'”Area Vasta” destinata ad archiviare l’era del Governo Draghi e dei suoi sodali.

Si è tenuta recentemente una riunione del Coordinamento regionale del movimento politico di ispirazione popolare sturziana, che “è dovuto” nascere all’indomani del Family Day del 2016, come spontanea necessità urgente al fine di invertire il declino della nostra amata Italia, affossata da partiti politici arrivati ormai alla frutta.

Hanno partecipato all’incontro il Presidente nazionale del PdF, Mario Adinolfi, il Vicepresidente e Coordinatore nazionale Nicola Di Matteo, i Consiglieri dell’Esecutivo Nazionali Elisa Rossini e Mirko De Carli e un folto gruppo di dirigenti e militanti della Regione. Sono stati proposti dal territorio e scelti all’unanimità come Coordinatore Regionale Emilia-Romagna Marco Dall’Olio e come suo Vice Carla Lodi.

Il Coordinatore nazionale Nicola Di Matteo dichiara: “Il Governo Draghi è oggi corazzato dalla totale inconsistenza dei partiti, che garantiscono una maggioranza parlamentare bulgara all’azione di questo nuovo potere oligarchico sempre uguale a sé stesso nella sostanza, seppure sotto forme diverse.

Gli effetti della politica portata avanti da questo Governo, in grave danno delle famiglie italiane, sono sotto gli occhi di tutti: restrizione per la persona degli ambiti di libertà, contrazione dei diritti costituzionali, sanzione per i resistenti che può arrivare fino alla brutale cancellazione delle condizioni per la mera sussistenza. Il tutto è naturalmente condito dall’ideologia del ben noto neomalthusianesimo in salsa “green”, per il quale fare figli è un crimine che avvelena la terra. Secondo gli oligarchi siamo infatti in troppi, e per loro sarà quindi doveroso, si capisce nel “best interest” del pianeta, andare giù d’ascia senza complimenti su tanto “popolo inutile”.

Di fronte a tale sinistra prospettiva, è quindi il tempo, anche per il Popolo della Famiglia della Emilia-Romagna, di impegnarsi a costruire quell'”Area Vasta” di coalizione in cui prepararsi a lottare fianco a fianco con ambiti che mai e poi mai avremmo potuto immaginare. Il terreno dell’opposizione al Governo Draghi e all’ideologia che lo sostiene va infatti dalla destra di Fratelli d’Italia ai movimenti NO-OBBLIGO VACCINALE e NO-GREEN PASS che da tempo animano le piazze resistenziali in Italia. Se questo vastissimo contesto saprà farsi coalizione che propone al Paese l’alternativa giusta, prima nella società e poi nelle urne, con formule unitarie o federative, la vittoria è assicurata. Conclude Di Matteo: “E’ il tempo della nuova vera alternativa Politica. Mi congratulo con i neoeletti ai quali auguro un proficuo lavoro.”