MAR Ravenna: il 22 dicembre performance di Francesco Cavaliere e installazione sonora di Invernomuto

7
Francesco Cavaliere – 8 vènti Xilema Solari

RAVENNA – Giovedì 22 dicembre 2022 alle 17.00 il MAR – Museo d’Arte della Città di Ravenna presenta le azioni performative di Francesco Cavaliere e l’installazione sonora di Invernomuto. Artisti della stessa generazione, sono accomunati da immaginari che intrecciano cultura vernacolare e retro-futurismo. Il loro lavoro attraversa diversi linguaggi, dalle arti plastiche e visive, al suono e alla performance, con un’attitudine in cui high-tech e artigianalità si mescolano.

L’iniziativa è a cura di Xing – organizzazione culturale che promuove la cultura contemporanea in chiave interdisciplinare con base a Bologna – e si svolge nel contesto della mostra Prodigy Kid. Francesco Cavaliere – Leonardo Pivi, attualmente in corso al MAR. La mostra, visitabile fino all’8 gennaio, è dedicata sia alle attività individuali dei due artisti, sia all’attività che, dal 2018, Cavaliere e Pivi svolgono in collaborazione.

In questa occasione, Francesco Cavaliere presenta 8 vènti Xilema Solari. Si tratta di un flusso di interventi performativi, in ordine arbitrario, che attraversa gli spazi della sua mostra personale e che permette all’artista di attivare le opere installate, con narrazioni orali e pièce sonore. Tre cicli di azioni si compongono in una sommatoria ogni volta rinnovata e in relazione a due sculture sonore – XILEMA di sabbie linfatiche inseminano creature vitree eidetiche (2022>2024) e OttO doppio cono maschera (2022) – e ad un terzo lavoro, un’installazione dal titolo Volta di lame di lune (2012), animata dall’azione performativa Venti Solari.

Nello stesso giorno si inaugura l’installazione sonora VERNASCACADABRA (attiva sino all’8 gennaio). Si tratta di una serie di composizioni per ocarina – immaginate, suonate e postprodotte dal duo Invernomuto – diffuse nell’ambiente museale. VERNASCACADABRA, il cui titolo fonde una formula magica col nome dell’antico borgo piacentino da cui provengono i due artisti, ibrida cultura vernacolare e pop, partendo dai suoni dell’ocarina – strumento a fiato tradizionale in terracotta diffuso in varie zone del mondo – ricomposti in un catalogo di jingles e brani ballabili. Al MAR l’installazione si manifesta con cadenza regolare durante gli orari di apertura.

Francesco Cavaliere, artista visivo, scrittore e musicista nato a Piombino nel 1980 e cresciuto a Volterra, vive e lavora tra Berlino e Torino. Il suo lavoro si sviluppa in un’attività polimorfa che integra scrittura, suono, voce, disegno, scultura, che mirano nell’insieme a stimolare l’immaginazione, intraprendendo lunghi viaggi attraversati da presenze effimere. Scrive racconti sonori e composizioni musicali spesso integrati con elementi installativi e scenografici. Negli anni ha sviluppato un vero e proprio dizionario catalogando gli esseri metamorfici che abitano un suo universo astratto e fantastico: ibridi di oggetti, animali, piante, pianeti, tracce, oggetti cosmici e fenomeni fisici e percettivi generati dal vetro, dai minerali e da voci registrate e performate con tecnologie analogiche. “Sono uno scriba parlante… la mia voce è una nuvola, la mia penna sibila”. Dal 2011 ad oggi Francesco Cavaliere ha realizzato in ambito visivo e musicale una nutrita serie di performance, light and sound actions, concerti, opere radio e video-foniche, audio stories, readings, Augmented Reality stories.

https://francescocavaliere.bandcamp.com

Invernomuto è il nome della personalità artistica generata nel 2003 da Simone Bertuzzi (Piacenza, 1983) e Simone Trabucchi (Piacenza 1982), i quali vivono e lavorano a Milano. Invernomuto è autore di progetti di ricerca articolati nel tempo e nello spazio, da cui derivano cicli di opere fra loro interconnesse. Su una base teorica comune Invernomuto tende a ragionare in modo aperto e rizomatico, sviluppando differenti output che assumono la forma di immagini in movimento, suoni, azioni performative e progetti editoriali, nel contesto di una pratica definita dall’utilizzo tanto disperso quanto puntuale di media differenti. La realtà vi è osservata secondo principi e interessi documentaristici, ma per restituirne una rappresentazione immaginifica e quasi astratta, che apre a margini di riflessione e interrogazione critici. Invernomuto indaga, in particolare, universi sottoculturali, muovendosi attraverso pratiche diverse, in cui l’idioma vernacolare fa parte di un percorso di avvicinamento e affezione alle culture orali e alle mitologie contemporanee, osservate con uno sguardo che desidera esserne profondamente contaminato e rigenerato. All’interno di questo processo un ruolo fondamentale è svolto dalla dichiarata inautenticità di alcuni dei materiali utilizzati, che sottolinea non solo il dato reale ma anche quello fittizio e mistificato delle realtà che Invernomuto esplora. Entrambi gli artisti sviluppano inoltre linee di ricerca individuali, con i progetti musicali Palm Wine e STILL.

www.invernomuto.info

blackmed.invernomuto.info

Xing è un’organizzazione culturale con base a Bologna che progetta, organizza e sostiene eventi, produzioni e pubblicazioni contraddistinti da uno sguardo interdisciplinare intorno ai temi della cultura contemporanea, con una particolare attenzione alle tendenze generazionali legate ai nuovi linguaggi.

www.xing.it   facebook.com/xing.it  instagram.com/xing.it  twitter.com/liveartsweek

Dove

MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna

Via di Roma 13 – Ravenna

www.mar.ra.it

Nel contesto della mostra

Prodigy Kid / Francesco Cavaliere – Leonardo Pivi

a cura di Daniele Torcellini

Xing info

via Ca’ Selvatica 4/d – Bologna

info@xing.it

www.xing.it   facebook.com/xing.it  instagram.com/xing.it  twitter.com/liveartsweek

Al MAR giovedì 22 dicembre

performance di Francesco Cavaliere 8 vènti Xilema Solari

inaugurazione dell’installazione sonora

VERNASCACADABRA di Invernomuto