Manifestazioni temporanee: due webinar del Comune gratuiti online il 23 e 30 aprile su normativa e misure di sicurezza

14

Le iscrizioni sono aperte fino a mercoledì 21 aprile

BOLOGNA – ll Settore Cultura e Creatività del Comune di Bologna organizza un’altra occasione di formazione gratuita rivolta agli operatori culturali della città, in collaborazione con STEA – Safety Theater Entertainment Arts, cooperativa dei professionisti della sicurezza per lo spettacolo e gli eventi. Il 23 e 30 aprile è previsto il webinar “Manifestazioni temporanee: normativa di riferimento, misure di safety e security”: due mattine dedicate a fornire le basi tecniche per l’organizzazione di eventi e manifestazioni, per ripartire in sicurezza dopo la fase di sospensione causata dall’emergenza sanitaria.

Per partecipare al webinar e ricevere il link occorre iscriversi compilando il modulo online a questo indirizzo: https://tinyurl.com/j8ppcje6  entro mercoledì 21 aprile e sino a esaurimento dei posti disponibili. Il corso è rivolto agli operatori culturali, la partecipazione è gratuita e limitata ad una sola persona per organizzazione. Per qualsiasi ulteriore richiesta di informazioni o chiarimenti, contattare lo staff alla mail: emergenzaculturacovid19@comune.bologna.it

Nella prima giornata del 23 aprile, condotta da Stefano Caldart, verrà inquadrato il tema degli adempimenti necessari all’ottenimento delle autorizzazioni per lo svolgimento di manifestazioni culturali temporanee di vario genere, con o senza licenza di agibilità di pubblico spettacolo. Nella seconda giornata del 30 aprile, a cura di Fabio Fila, il tema sarà invece quello della sicurezza negli eventi dal vivo, e sarà l’occasione per entrare nel merito delle misure di safety e security.

Il webinar è organizzato nell’ambito del progetto Bussole – orientarsi nel mare della cultura, che ha come obiettivo offrire nuove competenze per dare impulso a un settore che deve necessariamente ripensarsi e strutturarsi in maniera adeguata per poter guardare al futuro. Nei webinar precedenti è stata focalizzata l’attenzione sull’organizzazione delle imprese dello spettacolo, sul Terzo Settore, sull’audience development e sul coinvolgimento digitale.

Su Agenda cultura il programma completo.